TuscolanoToday

Da Don Bosco a Padova, Special Olympics senza frontiere: “Questi Atleti sono il nostro orgoglio”

Ai Giochi Nazionali di Special Olympics hanno partecipato anche gli Atleti della Star Games Sport di Don Bosco. Associazione vie e piazze storiche di Cinecittà: "Sono loro l'orgoglio del nostro territorio"

Le stelle di Don Bosco splendono nel firmamento di Special Olympics. Nelle ginnastica artistica gli Atleti Speciali della Star Games Sport, di Don Bosco, hanno brillato. Conquistandosi gli applausi del pubblico di Padova, dove l’evento si è svolto, e gli encomi delle realtà sociali presenti nel territorio di provenienza.

L'ORGOGLIO DI TUTTI - “Gli Atleti della Star Games Sport hanno raccolto una sacco di medaglie: due d’oro, tre d’argento e due di bronzo – annuncia soddisfatto Amleto Lanna, coordinatore dell’ Associazione vie e piazze storiche di Cinecittà– ma al di là dei premi ottenuti, l’impegno che ci mettono è motivo di orgoglio per tutto il nostro territorio” aggiunge Lanna, mostrando di aver recepito bene il messaggio di Special Olympics, la Onlus che punta sullo sport per favorire l’integrazione delle persone con disabilità intellettiva.

L'IMPEGNO - “Che io possa vincere ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze” recita il motto dell’Atleta Speciale. Un impegno che è stato ampiamente riconosciuto agli sportivi di Don Bosco. “La loro bravura è il risultato di un lungo lavoro che non sarebbe stato possibile – osserva sempre il coordinatore dell’Associazione vie e piazze storiche di Cinecittà – senza il fondamentale contributo di  di Priamo Enea, presidente della Star Games Sport Giochi Stellari e della famiglia Giuggioloni. Anche del loro impegno, come quello degli Atleti, siamo fieri. E questo vale per tanto da parte della nostra Associazione quanto per il Centro Anziani La Torretta”.

SENSIBILIZZARE I TERRITORI  Prosegue intanto l’avventura dei Team di Special Olympics in giro per l’Italia. Come già avvenuto nel 2015, anche quest’anno i Giochi Nazionali si svolgono in maniera itinerante, grazie ad un programma di eventi,  cominciato ad aprile, che durerà fino al mese di settembre. “A partire da venerdì 6 maggio, da Milano prenderanno il via ad una serie di tappe che, dislocate in 9 regioni italiane, prevedono la partecipazione di circa 3000 Atleti, con e senza disabilità intellettiva. Arriveranno da ogni parte d'Italia e dalla Repubblica di San Marino – spiega Alessandro Palazzotti, Vice Presidente di Special Olympics Italia -  I Play the Games, così strutturati, diventano un prezioso strumento per sensibilizzare i diversi territori, al fine di diffondere la conoscenza sulla disabilità intellettiva ed educare i più giovani alla comprensione e alla valorizzazione della diversità”. Nel popoloso quartiere di Don Bosco, questo obiettivo, sembra sia stato appena raggiunto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento