TuscolanoToday

PRINT Ciampino: “Comunque vada sarà una sconfitta per il territorio”

Prorogati i termini per la presentazione delle osservazioni al progetto urbanistico PRINT Xa2 di Ciampino. Parte il percorso partecipato.M5S: "Non si ha nessuna garanzia che le opere richieste saranno poi realizzate"

Si riapre il processo partecipato sul Programma Integrato denominato Ciampino Xa2. La proroga della scadenza dei termini entro i quali produrre le osservazioni al progetto, ha prodotto analisi differenti. Da una parte si colloca il gruppo consiliare del Partito Democratico, che spera così d’introdurre elementi migliorativi al programma di sviluppo urbanistico. Dall’altra coloro i quali, come il M5S, ritengono che la realizzazione del PRINT, costituisca una sconfitta tout court.

PROROGATI I TERMINI - “A seguito dell’incontro del 24 giugno tra l’Assessore alla Trasformazione Urbana Caudo ed il Gruppo PD del VII Municipio – leggiamo in una nota diramata da quest’ultimo - sono stati prorogati i termini per la presentazione delle osservazioni alla proposta presentata dal Gruppo Cavicchi per il PRINT di Ciampino . Il Municipio ha finalmente avviato, in modo corretto, il percorso partecipativo con i cittadini convocando 2 assemblee per i giorni 15 e 24 luglio”.

PARTE IL PROCESSO PARTECIPATO - Le criticità non sono affatto ignorate dai Democratici, ma appaiono mitigate dalla recente apertura di Caudo. “ Il gruppo PD – leggiamo infatti nella nota –  pur mantenendo tutte le riserve sull’opportunità di avviare il PRINT in questione, esprime  soddisfazione per l’avvio del processo che potrebbe garantire agli abitanti di trarne il massimo dei benefici e si augura che la Presidente Susi Fantino dia ai due appuntamenti il massimo della pubblicità anche attraverso la stampa di manifesti”.

GLI ABUSI EDILIZI - Di tutt’altro avviso, come si accennava, il gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle. “ Il PRINT Xa2 Ciampino nasce viziato in partenza – premette la Capogruppo Monica Lozzi -  Nell'area interessata dal programma integrato insistono 62 abusi edilizi dichiarati incondonabili e sui quali pende un'ordinanza di demolizione da parte del Comune di Roma, sospesa dal ricorso al TAR del Gruppo Cavicchi. L'ex X municipio proprio in virtù di questi abusi si era dichiarato contrario all'avvio di un accordo di programma con il gruppo Cavicchi”.

MUNICIPIO SEMPRE CONTARIO - La contrarietà del Municipio, all’epoca della Consilitura di Sandro Medici, non era stata comunque recepita da Roma Capitale. “ La Giunta Alemanno ha approvato con  delibera di Giunta n. 272 dell 22/5/2013 il programma preliminare proposto dal Gruppo Cavicchi non tenendo in alcuna considerazione la totale contrarietà espressa più volte dal municipio e dai comitati cittadini” ha ricordato Lozzi. Ne è seguita la pubblicazione del relativo bando, nell’ottobre scorso, ma “ appena il municipio ne è venuto a conoscenza, ha approvato una risoluzione in cui ribadiva la totale contrarietà al PRINT Xa2  chiedendo la revoca della delibera capitolina”. Risultato? “ Il bando è stato ritirato fino al 9 aprile 2014, data della nuova pubblicazione”.

GLI ONERI CONCESSORI - A quel punto, “ é iniziata  la lotta interna alla maggioranza tra chi vuole esprimersi sulle opere pubbliche per non far passare il PRINT così come proposto dal gruppo Cavicchi e chi invece ritiene che scendere ora a compromessi significa avallare comunque un'opera che non avrebbe ragion d'essere”. In fondo “al Municipio era data come unica possibilità quella di potersi esprimere sulle opere pubbliche che con gli oneri concessori da esso derivanti dovrebbero realizzarsi”.

LA SCONFITTA - Per il Movimento 5 Stelle si è trattato comunque di una falsa opportunità. “Scegliere oggi tra l'opzione dell'indicare le opere pubbliche da realizzare o quella di non esprimersi è comunque una sconfitta per il municipio e per i cittadini stessi  - spiega la Consigliera Lozzi – perchè non si ha nessuna garanzia che una volta indicate le opere saranno effettivamente realizzate. Il PRINT Xa2 di Ciampino  - conclude il ragionamento la Capogruppo Pentastellata - è l'ulteriore dimostrazione che in questa città chi vive nell'illegalità viene premiato mentre chi agisce onestamente ci rimette sempre!”

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • La domanda da fare all'assessore è solamente una: gli abusi (si parla di 60.000 mq) circa dichiarati NON condonabili e quindi da abbattere, come verranno considerati all'interno del PRINT? Dovrà abbatterli comunque oppure verrebbero sanati attraverso il PRINT stesso? Poi tutto il resto si può discutere, perchè nell'area ci sono persone che hanno comunque rispettato la legge o che, ad oggi, hanno condonato regolarmente e sanato la propria posizione.

Notizie di oggi

  • Politica

    Stadio della Roma, la sindaca Raggi indagata dopo la denuncia di un ex grillino

  • Cronaca

    Spari alla Marranella, il tassista ferito da un trafficante di shaboo

  • Cronaca

    La Pasqua nella Capitale: Messa blindata a San Pietro ed eventi in tutta la città

  • Cronaca

    Funerali Massimo Marino: l'ultimo saluto alla chiesa degli Artisti

I più letti della settimana

  • È morto Massimo Marino, personaggio cult delle notti romane

  • Giustiniana, bimbo di 8 anni precipita dal quinto piano

  • Via Crucis al Colosseo: venerdì metro chiusa. Le strade chiuse e le deviazioni

  • Scuola: 18 istituti della Capitale restano aperti anche per Pasqua

  • Usura, droga ed estorsioni: nuovo colpo al clan Casamonica. 23 arresti. Fra loro 7 donne

  • Amazon apre a Settecamini: nuovo deposito smistamento a Roma, previsti 115 posti di lavoro

Torna su
RomaToday è in caricamento