TuscolanoToday

Statuario e Capanelle: residenti sul piede di guerra per la soppressione del 663

In previsione della soppressione della linea 663 il Comitato di Quartiere mette in chiaro quali sono le richieste compensative: dalle migliorie alla stazione di Capannelle all'aumento della frequenza del 654

Cittadini sul piede di guerra. La visita della Presidente Monica Lozzi a Capannelle, è carica di aspettative. Perché per digerire la soppressione della linea 663, il Comitato di Quartiere ha intenzione di presentare un fitto elenco di richieste .

IL PROGETTO -"In Commissione mobilità ci hanno fatto vedere la bozza di un progetto che prevede l’eliminazione del 663 ed il prolungamento delle corse del 654. Purtroppo – spiega Guido Marinelli, Presidente del CdQ – non ci hanno consentito di avere una copia del documento, cosa che avevamo richiesto e che per noi sarebbe stata utile per valutare delle controproposte”. Non per questo il combattivo Comitato di Quartiere si è tirato indietro.

IL CONFRONTO - “Intanto vorrei che la soppressione annunciata fosse discussa con i cittadini perché, magari, possono essere elaborati dei correttivi. Ad esempio i residenti potrebbero chiedere di aumentare la frequenza del 654 , passando dalle 64 corse giornaliere a 90. Credo peraltro che il suo percorso che da progetto dovrebbe arrivare fino a Colli Albani,  sia troppo lungo.  Allora, per invogliare a prenderlo, bisogna puntare a renderle più frequente le corse. In tal modo potrebbe funzionare come navetta verso la stazione”.

LA FERROVIA - A proposito della Stazione di Capannelle, anche su questo fronte le richieste non mancano. “Come Comitato vorremmo un accesso sul binario 2, situato sul lato di via Tuscolana, per evitare che i cittadini debbano attraversare il pericoloso sottopasso in via di Capannelle. Inoltre torneremo a chiedere che sulla stessa strada sia aperta una corsia in più, per facilitare l’accesso al parcheggio che svolta su via del Calice”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LE NECESSARIE MIGLIORIE - Nel corso dell’incontro con la Presidente Lozzi, il Comitato di Quartiere tornerà a chiedere di  “mettere panchine e pensiline almeno nei punti dove verranno eliminati i capolinea. Per far riparare cittadini  che non possono più salire sull'autobus in attesa della sua partenza. Detto questo – osserva Guido Marinelli – si tratta solo di un paio di idee, e sicuramente i cittadini ne sottoporranno delle altre. Sia chiaro soltanto una cosa: sopprimere il 663 senza compensazioni migliorative, non è accettabile”.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

  • Apre il centro commerciale Maximo, mancano le opere per il quartiere. Le spiegazioni dell'azienda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento