TuscolanoToday

Tor Vergata: Cinecittà Bene Comune passa il Policlinico ai raggi x

Padiglioni chiusi, pronto soccorso in affanno, perdita dei posti di lavoro. Il Policlinico sotto la lente di Cinecittà Bene Comune, che ne parla in un’assemblea pubblica nella Sala Rossa del Municipio

Cinecittà Bene Comune ha organizzato un incontro pubblico, per le ore 18 di giovedì 19 settembre, con la chiara intenzione di valutare i servizi del Policlinico di Tor Vergata ed i risultati prodotti, dopo diversi anni di gestione privatistica.

MEGLIO IL PUBBLICO - “Chiediamo che il Policlinico sia funzionante e torni ad essere pubblico. Chiediamo inoltre maggiori risorse per i servizi sociali locali ed il blocco dei tagli alla spesa sociale”. Con queste parole d’ordine Cinecittà Bene Comune chiama a raccolta la cittadinanza, ma non solo. All’incontro odierno è stato infatti invitato a partecipare “il personale medico del Policlinico Tor Vergata, le associazioni del terzo settore, i lavoratori della Asl Rm B, le istituzioni, le forze sociali, sindacali e politiche del territorio”.

BILANCIO E SERVIZI - Il motivo del malcontento, è chiaramente espresso nella nota che accompagna l’iniziativa. “ Il Policlinico Tor Vergata, a seguito di un accordo firmato dalla regione Lazio, viene gestito da alcuni anni, da una fondazione privata che ha prodotto come risultati un bilancio fallimentare e un peggioramento disastroso del servizio – scrivono gli organizzatori dell’incontro- Dati inequivocabili consegnano alla collettività dopo cinque anni di tale gestione  padiglioni completati ancora chiusi, altri nonostante siano completi di strumentazione non sono funzionali, pronto soccorso si presenta in qualunque ora del giorno e della notte sempre affollato di pazienti e in inevitabile affanno, precarietà degli addetti in costante aumento, perdita di posti di lavoro”.

LE RISORSE E GLI SPRECHI - C’è dell’altro. “In aggiunta al danno c'è anche la beffa: aumenti di stipendi a direttori e manager la cui unica capacità è stata quella di portare verso il fallimento ciò che all’inizio veniva considerato un polo ospedaliere d’eccellenza nel nostro territorio – scrivono i militanti di Cinecittà Bene Comune - Inoltre la politica governativa completamente asservita ai diktat europei della BCE e del Fiscal Compact con l’introduzione del pareggio di bilancio hanno ridotto tragicamente le risorse a disposizione della sanità pubblica e dei servizi sociali locali. Di conseguenza le istituzioni di prossimità, si trovano drammaticamente senza risorse per garantire le prestazioni minime da offrire ai cittadini – riconosce Cinecittà Bene Comune, che conclude la nota ricordando come  - Al peggioramento dei servizi si aggiungerà la perdita di altri posti di lavoro. Alla privatizzazione della sanità pubblica seguirà l’impossibilità di accedere ai sevizi da parte della cittadinanza”. Previsioni da scongiurare e per le quali i cittadini sono chiamati ad esprimersi, a partire dalle ore 18 nella Sala Rossa del Municipio VII di piazzale Cinecittà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Domenica blocco auto a Roma: chi può circolare domani 23 febbraio

Torna su
RomaToday è in caricamento