TuscolanoToday

Testamenti biologici, quindici quelli depositati ieri nel X municipio

Il totale per ora ammonta a 19 testamenti depositati. Il presidente Medici annuncia: “Abbiamo prenotazioni da tutti i municipi. Il trend è di 80 testamenti al mese”

Sono quindici i testamenti biologici depositati ieri allo sportello della sede del X municipio a Roma, dove dalla scorsa settimana è stato attivato il servizio per la registrazione di testamenti biologici con le dichiarazioni di volontà di fine vita. Decine le prenotazioni per le registrazioni dei biotestamenti previste nelle prossime settimane.

A riferirlo è stato il presidente del X municipio Sandro Medici. “Finora, considerando anche lo scorso mercoledì, sono in tutto 19 i testamenti biologici registrati”, ha spiegato Medici, “ma, viste le tante richieste, abbiamo tutte le prenotazioni già fissate per le prossime tre settimane. Al nostro sportello dove per due ore, ogni mercoledì, è possibile depositare i biotestamenti, abbiamo previsto di effettuare 20 registrazioni a settimana".

Secondo Sandro Medici, per il momento il trend nelle prossime settimane si attesta sugli 80 biotestamenti depositati ogni mese, da parte di cittadini che vengono da tutti i municipi della capitale.

La fascia di età di utenti che vanno a prenotare e a registrare i testamenti biologici va dai 50 anni in su. “Si tratta”, conclude medici “in prevalenza di persone appartenenti al ceto medio, molto determinate e informate”.

Ecco la procedura per registrare il proprio testamento

E' possibile depositare il biotestamento presso la sede del Municipio X, piazza di Cinecittà 11, IV piano, stanza n. 147, tutti i mercoledì, dalle 15.00 alle 17.00 previa prenotazione da concordare presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (lunedì, mercoledì, venerdì 8 – 13; martedì 8-13 e 14.30-17 e giovedì 8-17):

Il modello di testamento dovrà essere compilato in presenza degli impiegati incaricati alla ricezione.
E' necessaria la presenza sia del dichiarante che del fiduciario, muniti entrambi di un valido documento di riconoscimento e di fotocopia dello stesso.

Il testamento e le fotocopie verranno custodite in busta chiusa e sigillata. Il testamento, che avrà un numero progressivo, verrà annotato su un registro. Lo stesso numero comparirà sulla busta chiusa. Agli interessati sarà rilasciata ricevuta, con il numero progressivo attribuito.

Contestualmente, gli interessati compileranno il modulo di presentazione della dichiarazione sostitutiva di atto notorio (€ 0,26), con la quale dichiareranno di aver depositato la busta contenente le loro volontà sul trattamento sanitario di fine vita; l'atto notorio redatto verrà accluso alla busta sigillata.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

  • Da Acilia a Marranella, colpo a vecchie e nuove piazze di spaccio. Presi i nuovi capi: 21 arresti

Torna su
RomaToday è in caricamento