TuscolanoToday

Ciclabile Tuscolana, a giorni l'avvio del cantiere: "Sarà il segnale del cambiamento promesso"

L'amministrazione pentastellata ha cominciato ad incontrare residenti e commercianti che saranno invistiti dalla realizzazione della ciclabile

I lavori per realizzare una pista ciclabile sulla via Tuscolana inizieranno a fine luglio. Da allora, secondo il progetto esecutivo, serviranno  "239 giorni naturali" per completare i cantieri. Poi uno dei quadranti più popolosi della Capitale avrà la sua infrastruttura votata alla mobilità sostenibile. Prima però vanno informati residenti e commercianti. Un compito importante al quale si sono dedicati, nella giornata di lunedì 2 luglio, la sindaca, l'assessora alla mobilità Linda Meleo ed un alcuni consiglieri della maggioranza capitolina.

L'alto valore simbolico della ciclabile Tuscolana

La ciclabile sulla Tuscolana "è un'opera fondamentale" ha ribadito ancora una volta Enrico Stefàno, presidente della commissione mobilità di Roma Capitale. Secondo il pentastellato infatti ha "un alto valore simbolico" perchè rende evidente come sia possibile "realizzare un'infrastruttura ciclabile in una strada ad oggi votata alle auto". Serve anche a ribadire un altro concetto su cui Stefàno e l'amministrazione pentastellata sembrano puntare molto: "la bici è un mezzo di trasporto".

Un mezzo per andare a scuola e al lavoro

Considerare la bicicletta come un veicolo "di pari dignità con gli altri presenti sulla strada" significa abbandonare la visione del mezzo da impiegare unicamente nella pedalata del fine settimana. Ma implica anche la necessità di farlo spostare in tutta sicurezza. Di garantirne quindi, com'è inevitabile, una pacifica convivenza con le automobili private.

La convivenza con le auto

"Ci sono molti automobilisti che non vedono l'ora di rinunciare alla propria vettura" ha ricordato il consigliere pentastellato Pietro Calabrese. Se lo fanno, "liberano lo spazio a quanti non possono proprio fare a meno dell'auto". Perchè però possa succedere, come ribadito in video dallo stesso consigliere del M5s, bisogna lavorare sulla sicurezza. 

Un segnale del cambiamento promesso

La ciclabile sulla via Tuscolana rappresenta quindi un banco di prova importante per l'amministrazione. Quando tra poco partiranno i cantieri – si è raccomandato Calabrese – guardateli come un segnale del cambiamento che abbiamo promesso". L'obiettivo resta quello di ridurre il numero delle auto sulle strade. A partire dalla Tuscolana. La prima parte del lavoro, consistita nel delocalizzare gli ambulanti che operavano sui marciapiedi, è stata compiuta. La sfida vera però sarà quella di convincere i romani a rinunciare all'auto privata. Se l'obiettivo verrà centrato, sarà poi più facile replicarlo su altre consolari.

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

Torna su
RomaToday è in caricamento