Morena, scovato latitante appartenente al clan dei Casamonica

Il 32enne, appartenente al clan dei Casamonica, era da tempo ricercato dai Carabinieri. Scovato in un rifugio sotterraneo dotato di ogni tipo di comfort nei pressi di via Migliarini, nella borgata di Morena

Marco Guercini13 giugno 2012

Un membro del clan dei Casamonica è stato scovato ieri nell’ambito di un’operazione condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Castel Gandolfo. Stanato dai Militari in un lussuoso rifugio costruito sotto terra in via Migliarini, nella borgata di Morena, Diego Casamonica si nascondeva da oltre un mese per sfuggire alle accuse di estorsione, formalizzate dal G.I.P. del Tribunale di Velletri in un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Questa storia inizia però con le violenze subite da un mobiliere di Albano Laziale che, ignaro di chi fosse il suo vero cliente, aveva consegnato lo scorso Gennaio una lussuosa cucina del valore di 15.000 euro ad un uomo presentatosi come Marco Caracciolo. Effettuata la consegna ed il montaggio, presso un’abitazione di via del Mare a Pavona, anziché saldare il conto Caracciolo aveva invece aggredito il mobiliere prendendolo a calci e pugni, minacciandolo poi con la seguente frase: “so dove vanno a scuola le tue figlie”. In quell’occasione il negoziante si rivolse subito ai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Castel Gandolfo che, raccogliendo la denuncia ed accertando che Marco Caracciolo altri non era che Diego Casamonica, avviarono delle indagini di ricerca. Indagini concluse positivamente nella giornata di ieri.
 

Annuncio promozionale

Anagnina
arresti

Commenti