homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Tuscolano Today

Omicidio Sforna, la madre: “Il killer? Non lo ucciderei, ma lo farei finire su una sedia a rotelle”

La madre del giovane Dodo, ucciso lo scorso Agosto a Morena, non conosce ancora la causa né i responsabili della morte del figlio e si sfoga in un'intervista: "E' stato sicuramente uno scambio di persona"

La morte del giovane Edoardo Sforna, avvenuta nel quartiere di Morena il 23 Agosto scorso, è ancora avvolta dal mistero. Nessuna pista ha infatti finora evidenziato un possibile carnefice, ne è chiara la causa che portò quest’estate i due kiler ad aprire il fuoco contro il 18enne.

Nonostante le diverse piste portate avanti dalle autorità, sono ancora molti i punti interrogativi che caratterizzano questa vicenda. Domande aperte che non smettono di tormentare soprattutto i suoi familiari, come la madre che in un’intervista a Tgcom 24 ha sfogato tutta la sua comprensibile frustrazione: “Per chi ha pagato mio figlio? Era andato a lavorare in quella maledetta pizzeria solo per fare un piacere ad un amico. Era la quarta volta che andava a consegnare le pizze. E' stato sicuramente uno scambio di persona”.

Marina Sforna ha poi commentato anche l’andamento delle indagini: “Da allora non abbiamo più saputo niente, ma chi mi ripaga di quello che ho perso? Morire così, per una stupidaggine”. La donna ha poi spiegato che se potesse stare per 5 minuti con il killer del suo unico figlio gli chiederebbe: “Ma chi dovevi ammazzare al posto di mio figlio? Non lo ucciderei, ma lo farei finire su una sedia a rotelle perché così – ha aggiunto – non farebbe più male a nessuno”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Temporale a Roma: pioggia e raffiche di vento, disagi alla viabilità

    • Politica

      Roma ciclabile, la ricetta a Cinque Stelle: "Bike lane sulle consolari e un delegato"

    • Politica

      Da Salvaciclisti a delegato della giunta Raggi: "Io portavoce di una ciclabilità moderna"

    • Politica

      Atac, Rettighieri striglia Meleo e Raggi: il direttore generale ai saluti finali

    I più letti della settimana

    • Don Bosco saluta Alberto Reitano: "Era una persona speciale. Sarà sempre con noi"

    • Terremoto: Cinecittà est saluta Vito, l'elettrauto di via Marchisio

    • Don Bosco: in tre rapinano ed aggrediscono barista, arrestati

    • Giulio Agricola: tenta di sfondare la vetrina di un'ottica, arrestato

    Torna su
    RomaToday è in caricamento