Tuscolano Today

Accorpamento Municipi, Sandro Medici: “Non se ne capisce il criterio”

Il presidente del Municipio X, Sandro Medici, ha commentato l'ipotesi di un'eventuale accorpamento dei Municipi di Roma Capitale: "Mi sembra che il metodo sia quello usato dai colonialisti inglesi che tracciavano confini nel deserto"

L’ipotesi che circola da qualche mese nella Capitale riguardo un accorpamento dei Municipi, per ridurne il numero ed i costi, non convince del tutto Sandro Medici. Si intuisce dalle dichiarazioni che il presidente del Decimo Tuscolano ha infatti rilasciato ad Adnkronos: “L'ipotesi di accorpamento dei municipi in discussione, sempre che qualcuno ne discuta, e' inaccettabile”.

“Mi sembra che il metodo sia quello usato dai colonialisti inglesi che tracciavano confini nel deserto – ha quindi proseguito - Non se ne capisce il criterio. Considero inaccettabile qualsiasi decisione al di fuori del nostro consenso. Questo tipo di riforme necessita di approfondimenti seri, bisogna stabilire quali sono i criteri in base a cui si fanno le modifiche – ha concluso - studiare i flussi economici e sociali, le aspettative e i bisogni dei cittadini, dove sono situati i servizi”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Via Settebagni: ancora un incidente con un cinghiale, morto l'animale

    • Cronaca

      25 marzo, è allerta tra i negozianti: serrande abbassate da Testaccio a piazza Venezia

    • Cronaca

      Olimpico: via le barriere in curva, i tifosi si riprendono lo stadio

    • Centocelle

      Parco di Centocelle: l'ordinanza è scaduta ma della bonifica nemmeno l'ombra

    I più letti della settimana

    • Tor di Mezzavia, blitz della Polizia al raduno di audiotuning: decine di controlli

    • La Street art supera il Raccordo: a Morena il murales voluto dal quartiere

    • Incroci pericolosi nel Municipio VII: "Servono potature e nuove strisce pedonali"

    • Statuario Capannelle, l’acqua è ai minimi termini: “Paghiamo un servizio che non c’è”

    Torna su
    RomaToday è in caricamento