Accorpamento Municipi, Sandro Medici: “Non se ne capisce il criterio”

Il presidente del Municipio X, Sandro Medici, ha commentato l'ipotesi di un'eventuale accorpamento dei Municipi di Roma Capitale: "Mi sembra che il metodo sia quello usato dai colonialisti inglesi che tracciavano confini nel deserto"

Marco Guercini 18 aprile 2012

L’ipotesi che circola da qualche mese nella Capitale riguardo un accorpamento dei Municipi, per ridurne il numero ed i costi, non convince del tutto Sandro Medici. Si intuisce dalle dichiarazioni che il presidente del Decimo Tuscolano ha infatti rilasciato ad Adnkronos: “L'ipotesi di accorpamento dei municipi in discussione, sempre che qualcuno ne discuta, e' inaccettabile”.

“Mi sembra che il metodo sia quello usato dai colonialisti inglesi che tracciavano confini nel deserto – ha quindi proseguito - Non se ne capisce il criterio. Considero inaccettabile qualsiasi decisione al di fuori del nostro consenso. Questo tipo di riforme necessita di approfondimenti seri, bisogna stabilire quali sono i criteri in base a cui si fanno le modifiche – ha concluso - studiare i flussi economici e sociali, le aspettative e i bisogni dei cittadini, dove sono situati i servizi”.

Annuncio promozionale

Sandro Medici

Commenti