TuscolanoToday

Morena: l’inquinamento acustico dell’aeroporto di Ciampino approda in Regione

E' stata deposita in Regione dal Consigliere Fabrizio Santori, un'interrogazione per conoscere quando e quali misure la Giunta intenda prendere contro l'inquinamento acustico prodotto dall'aeroporto di Ciampino

Il frastuono causato dagli aerei che atterrano e decollano dall’aeroporto di Ciampino, è un problema che è stato affrontato da diversi comitati locali. Un disagio vissuto non soltanto da chi abita nelle immediate vicinanze dell’ex aeroporto militare.

UN DISAGIO DIFFUSO - Anche sul blog ilquadraro.it, nel mese di novembre  è stata affrontata la questione. “Mentre il protagonista del film dato in televisione sta declamando la frase chiave, ecco che sopra le nostre case passa l’ennesimo aereo diretto all’aereoporto di Ciampino che ci rimbambisce non solo per il rumore dei motori ma anche per il kerosene che rilascia” scriveva il 4 novembre il blogger Angelo Tantaro.

L'INTERROGAZIONE - “Sono proprio fastidiosi gli svolazzi degli aerei sulla nostra esistenza. Lo diciamo noi al Quadraro -  scriveva Tantaro -  immaginate per i vicini di Ciampino e Marino ma anche per il resto del territorio dell’ex X municipio”. Ebbene è lo stesso blogger che c’informa come in giornata il Consigliere Regionale Fabrizio Santori abbia presentato un’interrogazione per chiedere al Presidente Zingaretti ed all’Assessore Refrigeri, “quali interventi urgenti  intende prendere la Giunta ,e quando,  per obbligare la società che gestisce l’aeroporto di Ciampino a rispettare la normativa vigente in termini di emissioni sonore, di piani della sicurezza, di Valutazione di Impatto ambientale”.

I TEMI AFFRONTATI - Le domande rivolte al Governatore, sono diverse. Nell’interrogazione si chiede anche “ quali interventi urgenti,  intende prendere la Giunta, e quando, per abbattere il livello di rumore al di sotto dei 65Db oppure per delocalizzare a spese dell’aeroporto gli abitanti afflitti da livelli di rumore maggiori; e ancora “quali interventi urgenti intende prendere la Giunta per risarcire le popolazioni sottoposte all’impronta sonora accertata contra legem fino a oggi”. Inoltre si interrogano il Presidente Zingaretti e l’Assessore Refrigeri per sapere “come la Giunta intende coinvolgere lo Stato centrale e le istituzioni di governo della Unione Europea per la soluzione dei problemi in premessa”; ma anche “per sapere se è vero che l’aeroporto opera in assenza di piani della sicurezza obbligatori e di Valutazione di Impatto Ambientale".

LE RISORSE A DISPOSIZIONE - Infine si interrogano Governatore ed Assessore per sapere “in quale quantità sono state raccolte risorse economiche dall’imposizione dell’IRESA (imposta regionale sulla emissioni sonore degli aeromobili civili nda) come sono state spese e come si intende utilizzarle per l’abbattimento dei pericoli e dei disagi sofferti dai cittadini”.

Potrebbe interessarti

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Immunoterapia contro il cancro, messo a punto nuovo farmaco da ISS e Sant'Andrea di Roma

  • I migliori mercati (di frutta e verdura) di Roma

I più letti della settimana

  • Esplosione a Rocca di Papa: crolla la facciata del Comune, 16 feriti tra loro 3 bambini. Grave il Sindaco

  • Tragedia a Torvaianica: ragazzo di 17 anni morto affogato in mare

  • Meno di 300 euro andata e ritorno da Roma a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Viale Marconi: violentate e picchiate in strada. Aggressore fugge e viene investito

  • Torna #vialibera: domenica 16 giugno a Roma 15 chilometri di strade solo per bici e pedoni

  • Giallo di Torvaianica, il compagno di Maria Corazza ha incontrato tre persone venerdì mattina

Torna su
RomaToday è in caricamento