TuscolanoToday

Via Flavio Stilicone iniziata la metamorfosi: via le auto, arrivano panchine e fontanelle

Avviato il cantiere nella strada di Don Bosco. Via le auto, al loro posto tavoli da ping-pong e panchine. Lozzi (M5s): "Era diventata un'autorimessa a cielo aperto"

Via Flavio Stilicone cambia pelle. C'è un cantiere che ha formalmente avviato i lavori di trasformazione. La strada, un'arteria nel popoloso quartiere di Don Bosco, sarà in buona parte pedonalizzata. Niente più auto nel tratto compreso tra via Calpurnio Fiamma e via Ponzio Comino.

L'intervento manutentivo

Costo dell'intervento, 449mila euro. Tempo necessario per realizzare l'operazione tre mesi. "Abbiamo dato troppa importanza alle auto e poca alla qualità dell'ambiente in cui viviamo" ha spiegato la presidente del Municipio VII Monica Lozzi, a margine di un sopralluogo effettuato sul posto."Nella zona c'erano ben nove strade dedicate esclusivamente alle auto e nessuna ai pedoni" hanno convenuto l'assessore municipale ai lavori pubblici e quello al bilancio del Municipio VII. Da qui la necessità di lanciare un segnale.

Dalle occupazioni al salotto urbano

L'idea d'intervenire proprio su via Flavio Stilicone non è stata casuale. Era una delle strade più degradate del territorio" hanno ricordato l'assessore Vivace (lavori pubblici) e Comisso (bilancio). E probabilmente era anche quella che necessitava di un effettivo rilancio.  Nel tratto che si sviluppa oltre la pedonalizzazione, erano infatti presenti diversi locali le cui saracinesche erano state forzate. "Qui c'erano 18 negozi dell'INPS che erano stato occupati – ha ribadito la presidente Lozzi – ed in alcuni di loro si svolgevano anche attività illegali. Come M5s abbiamo fortunatamente cercato questa riqualificazione. Ora sono stati sgomberati e l'INPS può metterli all'asta". I commercianti che si aggiudicheranno i locali, potranno così sfruttare un'area completamente ridisegnata.

La nuova isola pedonale

Nei duecento metri dedicati ai pedoni, in quello che la presidente Lozzi chiama "il salotto urbano", troveranno spazio tavoli da ping pong e panchine. "Sarà impiantata una fontanella, rifatta l'illuminazione e potate le alberature" ricorda l'assessore Salvatore Vivace. In definitiva, sarà creata quell'isola felice che molti auspicavano.

I parcheggi e la qualità della vita

E le auto? "Penso che in questi anni abbiamo pensato troppo alle auto e troppo poco alla salute dei nostri figli" ha fatto notare la Minisindaca. Tuttavia "abbiamo pensato anche ai parcheggi e proveremo ad ottimizzare quelli esistenti nelle strade limitrofe, trasformando quelli in linea con posti a spina" . Per la fine dell'anno via Stilicone sarà pronta. Sicuramente ci sarà chi storcerà il naso, pensando alle difficoltà nel trovare posto davanti casa. Ma quel tipo d'atteggiamento durerà comunque poco perchè, al posto dei parcheggi, quei residenti potrebbero trovare i propri bambini che giocano in strada. E sarà un po' come fare un balzo indietro di due generazioni. Un tuffo in un passato tante volte rimpianto, in un'epoca in cui la Capitale era più vivibile e la strada non era considerata un luogo necessariamente pericoloso.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (11)

  • Vi ringrazio ancora x la considerazione ai miei commenti, ci rivediamo al voto.

  • Ho scritto un commento senza nessuna parolaccia solo dicendo le cose come stanno vuol dire che accettate solo complimenti?

  • Dove è finito il mio commento?

  • Questa geniale trovata sta producendo sempre più schifezza, senza andare ai disastri futuri quando parcheggiare sarà come trovare un terno al lotto e saremo costretti a pagare garage o a comprare box al momento siamo ridotti a una cloaca a cielo aperto come tutta Roma del resto, ma qui si aggi8unge il fatto che i camion della spazzatura hanno difficoltà ad entrare in Via Flavio Stilicone perché chiusa a metà x lavori e tutti i secchioni traboccano e ci sono montagne di rifiuti buttati a terra, a fronte di questo non si sa se x protesta o cosa tanno dando fuoco ai secchioni producendo uno situazione che credo non si veda nemmeno nel Burundi, ho votato la nostra cara sindaca ma se questo è quello che ne deriva meglio spararsi.

  • "abbiamo pensato anche ai parcheggi e proveremo ad ottimizzare quelli esistenti nelle strade limitrofe, trasformando quelli in linea con posti a spina"... ma dove li ha visti i parcheggi "in linea"? I marciapiedi in quel tratto sono estremamente larghi, si sarebbe potuto salvare capra e cavoli senza stravolgere la vita di chi ci vive e, soprattutto, spendendo probabilmente meno di mezzo milione... e poi tocca vedere quanto durerà sto "paradiso".

  • spero sia interdetta ai cani e quindi finisca la passeggiata SLALOM FRA GLI ESCREMENTI

  • Chi ripagherà quando nuovi arredi e tavoli da ping-pong saranno stati distrutti dai soliti vandali notturni?

  • Ottimo

  • Bene é un piccolo passo per tornare ad amare la città ma pur sempre un passo in avanti

  • "E sarà un po' come fare un balzo indietro di due generazioni. Un tuffo in un passato tante volte rimpianto, in un'epoca in cui la Capitale era più vivibile e la strada non era considerata un luogo necessariamente pericoloso"... Ma allora perché non tornare alle carrozze e alle strade sterrate? Due generazioni fa c'erano meno auto, meno attività commerciali, meno popolazione, italiana e straniera. Ora come pensano di gestire la cospicua diminuzione di parheggi che la strada consentiva? Chiudere alle auto non farà altro che gravare sulle strade intorno (avete dato un'occhiata a com'è già ora Piazza dei Consoli?). La ciclabile della Tuscolana farà il resto...

  • la solita genialata: viene annullata un'arteria importante, una parallela che ti porta da subaugusta a numidio quadraro evitando il macello della tuscolana. Adesso è finita. bisogna farsi la tuscolana, e nei giorni di (dis)grazia buttare 20 minuti per fare ciò che fino a una settimana fa si faceva in 2.grazie...ora la gente , invece che passeggiare o giocare a ping pong all'enorme piazza dei consoli (100 metri più su) sta a bivaccare su via stilicone. E le auto tutte sulla tuscolana. bene. P.S. (e i mezzi che devono rifornire i negozi in quella zona di stilicone come faranno a scaricare la merce? - dove li mettiamo, per aria- - - visto che ogni centimetro della zona è perennemente occupato 24 ore al giorno)

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Ci vietano manifestazione contro Salvini e per il diritto della casa". La Questura risponde: "Ecco il perché"

  • Ostia

    Mio figlio disabile rinato grazie alla musica: la storia di Sebastian, 12 anni e il sogno di entrare in Conservatorio

  • Cronaca

    Tubi del gas collegati ad una stufa per far esplodere la palazzina: salvati 15 minuti prima dello scoppio

  • Politica

    Sfalcio dell'erba e dei cespugli, dopo due anni assegnata la gara: il programma degli interventi sarà on line

I più letti della settimana

  • Blocco traffico Roma, domenica primo stop. Niente auto nella fascia verde: fermi anche i Diesel euro 6

  • Referendum Atac, i risultati: quorum non raggiunto. Netta l'affermazione del sì

  • Incidente sulla Tuscolana: si aggrava il tragico bilancio, dopo Alessandro è morto anche l'amico Giordano

  • Raggi assolta, Di Maio esulta: "I giornalisti infimi sciacalli, cani da riporto di Mafia Capitale"

  • A terra e sanguinante in commissariato: il giallo di Massimiliano il "Brasiliano"

  • Violenza choc alla Romanina: in due molestano ragazza e picchiano la madre disabile

Torna su
RomaToday è in caricamento