TuscolanoToday

Street art, al via il progetto “Aria”: nelle scuole del Municipio VII arrivano 130 murales

Il 17 giugno parte il progetto dell’artista Diavù. Mira a coinvolgere il territorio sui temi legati alla sostenibilità. Contribuirà anche a riqualificare una piazza del Quadraro

Il Murale Aria già realizzato da Diavù ad Orvinio (RI)

Il Municipio VII convola a nozze con la Street art. Nel territorio che da San Giovanni, con le sue propaggini, raggiunge Ciampino ed i Castelli Romani, il 17 giugno prende il via il progetto Aria.

I murales e l'ambiente

L’Urban artist  David Diavù Vecchiato ha deciso di puntare sui murales per veicolare tematiche ambientali. Sulle pareti esterne delle scuole, dal Quadraro all'Appio Latino,  saranno pertanto realizzate 130 opere, tra loro collegate mediante codici QR. Una volta scansionati porteranno al portale ariaproject.eu. Si tratta di un sito su cui saranno inserite informazioni riguardanti il riscaldamento globale, l’inquinamento atmosferico, il consumo di risorse naturali.

La mission

“La Street art  è in contatto diretto e continuo con le persone e si esprime negli spazi in cui quotidianamente viviamo” ha ricordato Vecchiato. E proprio per tale ragione, chi realizza i murales,  ha sottolineato il fondatore del progetto MURo, non può tirarsi indietro. Deve offrire il proprio contributo che, nella fattispecie, prevede anche il coinvolgimento degli studenti con appositi laboratori.

“Grazie al progetto Aria – ha spiegato l’assessora municipale alle politiche scolastiche Elena De Santis – andremo a creare un filo conduttore in grado di legare, virtualmente, tutte le scuole e le realtà del nostro territorio. E lo facciamo ponendo come motivo ispiratore gli obiettivi di sviluppo sostenibile previsti dall'Agenda 2030”.

I partner

A Roma il progetto parte in maniera condivisa e partecipata dal quartiere Quadraro, in cui Diavù 10 anni fa lanciò il Museo di Urban Art di Roma (MURo). Aria sarà frutto della sinergia messa in atto tra lo staff dell' "Ecomuseo Casilino ad DuasLauros", che ha il compito di coordinarlo, e la Comunità Educante Diffusa del Municipio VII.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La riqualificazione della piazza

Al termine del progetto, sarà realizzato anche un murale sulla parte del consultorio che si trova dietro piazza del Quadraretto. Si tratta di uno dei luoghi più degradati del territorio municipale. A pochi passi dal SERD, da anni, i residenti stanno segnalando la frequente presenza di persone senza fissa dimora e di tossicodipendenti. “Abbiamo già iniziato a riqualificare quell’area – ha ricordato l’assessora municipale Elena De Santis – ma grazie a questo progetto, continueremo a farlo”. Anche perché, ha sottolineato l'assessora “quello spazio si presta ad essere una quinta naturale”. Ed in quel contesto, grazie al progetto Aria, si otterranno due risultati. Verrà dato spazio a temi legati alla sostenibilità ambientale. E nel farlo, attraverso il progetto Aria, riceverà una boccata d’ossigeno anche il tessuto sociale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Coronavirus, a Roma 17 nuovi contagi. Positivo bimbo di un anno a Civitavecchia

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Castel Sant'Angelo, in bilico sul cornicione del ponte a tre metri dal Tevere

  • Coronavirus: a Roma 12 nuovi casi, sono 23 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento