TuscolanoToday

Caditoie ostruite e rami abbandonati: i residenti di Don Bosco reclamano attenzione

Quando piove gli scivoli di via Calpurnio Fiamma diventano impraticabili. Segnalate anche cataste di rami abbandonati

Viale San Giovanni Bosco e via Calpurnio Fiamma, quando piove si trasformano. I marciapiedi e soprattutto gli scivoli creati per abbattere le barriere architettoniche, si riempiono infatti d'acqua. Un disagio particolarmente odioso perchè rischia di penalizzare i residenti più fragili.

Barriere architettoniche evitabili

"Con due gocce d'acqua camminare per il quartiere diventa complicato – fa notare Roberto Albanese, un residente – il problema  si presenta soprattutto a ridosso degli scivoli per i disabili. Possibile che in via Calpurnio Fiamma non ce ne sia neppure uno che non sia allagato?". Come documentato con un reportage fotografico, in tutte le vie citate si formano delle vere e proprie pozzanghere. "Hanno sbagliato a realizzare la pendenza oppure molto più banalmente le caditoie sono ostruite e l'acqua non riesce a defluire". Una sofferenza per chi si sposta con la carrozzina ortopedica ma anche per chi i pedoni che finiscono per inzupparsi d'acqua.

I rami lasciati sui marciapiedi

Sempre in tema di segnalazioni, a Don Bosco viene evidenziato anche un altro problema. In più punti del quartiere, sui marciapiedi vengono abbandonate delle cataste di legna. "Sono alberi potati i cui rami vengono lasciati a terra. Succede in viale San Giovanni Bosco come in via Lucio Sestio" racconta il residenti. Nel primo caso sono stati perimetrati anche con il nastro della polizia locale. Dunque la loro presenza è già stata notata eppure "sono due mesi che rimangono a terra nello stesso punto, all'altezza del civico 49". Il problema, in questi casi, è che con il trascorrere del tempo "queste cataste vengono scambiate per cestini" e si riempiono di bottiglie, incarti e  pacchetti di sigarette. Ed a quel punto diventa difficile anche per gli operatori ecologici intervenire per rimuovere i rifiuti abbandonati sui marciapiedi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • A tal proposito ho contattato telefonicamente il nostro municipio mesi fa, ma non è cambiato nulla! Le strade non vengono pulite né in modo ordinario né in modo straordinario. Gli scoli sono intasati da sporcizia e da fango vecchio di mesi (o anni?!?!). Poi ad ogni pioggia le fermate della metro si allagano (a Lucio Sestio hanno fatto lavori a tutte le scale tranne quelle con l'accesso per disabili che è rotto da anni!!!). Vergogna!

  • Nella parallela Via Ponzio Cominio la situazione è identica! inoltre credo che la strada non venga presa in considerazione dall'AMA da mesi ormai! i marciapiedi e le strade sono invasi da cartacce e rifiuti di ogni genere..

Notizie di oggi

  • Cronaca

    VIDEO | Sgombero ex Penicillina, alba blindata sulla Tiburtina: il ghetto però era già vuoto

  • Cronaca

    Ex Penicillina, lo sgombero è a portata di telecamera: il ghetto è vuoto, è lo show di Salvini

  • Politica

    Sgombero ex Penicillina: occupanti dispersi nel IV municipio, ma per la presidente Della Casa è meglio così

  • Politica

    Rifiuti, a Roma la raccolta differenziata cresce ma poco: nel 2017 al 43,2 per cento

I più letti della settimana

  • Blocco traffico Roma: 8, 9, 10 dicembre stop ai veicoli più inquinanti

  • 8 dicembre a Roma, centro blindato: il Papa a piazza di Spagna, Lega a Piazza del Popolo

  • Ubriaco perde il controllo dell'auto e finisce sulla scalinata di piazza di Spagna

  • Totti in visita al Bambino Gesù: "Vi aiuterò a costruire il nuovo ospedale"

  • Tentato furto in metro, donna pestata da un passeggero davanti alla figlia

  • Week end dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 8 e domenica 9 dicembre

Torna su
RomaToday è in caricamento