TuscolanoToday

Roma "verso rifiuti zero": i cittadini del VII Municipio spingono per la nascita di un Osservatorio

Per rendere pubblici i dati sulla raccolta dei rifiuti e per un generale monitoraggio, i comitati cittadini hanno chiesto l'istituzione di un osservatorio municipale. "E' la delibera sui rifiuti zero, già approvata in Campidoglio, che lo prevede"

Immagine di repertorio

In Commissione Ambiente è approdata al delibera di proposta popolare “Roma verso rifiuti zero”, già votata in Assemblea Capitolina. L'iniziativa, intrapresa da alcuni comitati del territorio, ha permesso di portare all'attenzione dei consiglieri municipali, la necessità di costituire un “Osservatorio locale”.

L'OSSERVATORIO SUI RIFIUTI - A prevedere la costituzione di tali Osservatori, partecipati dai cittadini, è la stessa delibera 129/2014, a sostegno della quale  avevano firmato ben undicimila cittadini. Gli Osservatori “Avranno il compito di monitorare, nell’ambito del contesto municipale, l’attuazione delle disposizioni generali della delibera stessa” ci ricorda Annabella D'Elia, Presidente del Comitato Mura Latine.  In altre parole si tratta di “rendere pubblici e disponibili i dati sugli obiettivi raggiunti, raccogliere le segnalazioni e le indicazioni dei cittadini e delle utenze in genere. Si prevede anche la nomina di un Presidente esterno all’Amministrazione Comunale che  - ci spiega D'Elia - parteciperà all'Osservatorio istituito presso il Comune”.

LA POSIZIONE DEL MUNICIPIO - La delibera è stata portata in Commissione Ambiente “Per avviare il percorso di costituzione  - chiarisce la Presidente del Comitato - e in un clima di grande condivisione si è deciso di procedere. Rimangono da capire le regole di ingaggio per le istituzioni , soprattutto  per AMA, ma il Presidente della Commissione  Marco Poli si è detto pronto ad attivarsi in tempi molto brevi”.

LA PARTECIPAZIONE DEL TERRITORIO - La decisione di chiedere alla Commissione municipale di attivarsi per la costituzione dell'Osservatorio, è nata grazie all'iniziativa del Comitato Mura Latine, del Comitato di Villa Fiorelli, dal Comitato Appia Alberone , delle realtà  aderenti alla Comunità Territoriale del VII Municipio e da INCIPIT - Iniziative Civiche per le Politiche Identitarie. Sulla questione, c'informa sempre la signora D'Elia, “vorremmo presto organizzare anche un'assemblea pubblica”.

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Cerveteri si prepara al Jova Beach Party: bagni vietati e stabilimenti chiusi in anticipo. Tutte le info

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

Torna su
RomaToday è in caricamento