TuscolanoToday

Cocaina nel bagno al Don Bosco: "E' roba mia, serve per sfamare i figli"

In manette una 23enne appartenente ad una famiglia nota alle cronache giudiziarie

Cocaina per 'campare'. Sembra la scena di un fiction ma è la giustificazione che una giovane donna ha fornito agli agenti dopo che le hanno trovato della cocaina nel suo appartamento al Don Bosco. La scoperta da parte degli agenti del Commissariato Tuscolano, a finire in manette una 23enne originaria di Frosinone ma residente a Roma appartanente ad una famiglia nota alle cronache giudiziarie. 

Durante il controllo, nel bagno, in un angolo del mobile nascoste in un cestino, sono state trovate diverse dosi di cocaina, materiale per il confezionamento e denaro in contante. Scoperta, la donna ha gridato agli agenti “E’ roba mia, serve per sfamare i figli”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accompagnata in commissariato la donna è stata arrestata per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Tragedia a Montespaccato: ragazzo di 30 anni trovato morto impiccato nel garage di casa

  • Sciopero a Roma: venerdì 29 maggio metro, bus e tram a rischio. Gli orari

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

Torna su
RomaToday è in caricamento