TuscolanoToday

Cocaina nel bagno al Don Bosco: "E' roba mia, serve per sfamare i figli"

In manette una 23enne appartenente ad una famiglia nota alle cronache giudiziarie

Cocaina per 'campare'. Sembra la scena di un fiction ma è la giustificazione che una giovane donna ha fornito agli agenti dopo che le hanno trovato della cocaina nel suo appartamento al Don Bosco. La scoperta da parte degli agenti del Commissariato Tuscolano, a finire in manette una 23enne originaria di Frosinone ma residente a Roma appartanente ad una famiglia nota alle cronache giudiziarie. 

Durante il controllo, nel bagno, in un angolo del mobile nascoste in un cestino, sono state trovate diverse dosi di cocaina, materiale per il confezionamento e denaro in contante. Scoperta, la donna ha gridato agli agenti “E’ roba mia, serve per sfamare i figli”.

Accompagnata in commissariato la donna è stata arrestata per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Thomas Adami e Matteo Calabria, i due giovani calciatori morti su via Tiburtina: Tivoli e Guidonia sotto shock

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 25 e domenica 26 gennaio

  • Smog: blocco del traffico a Roma, stop tre giorni ai veicoli più inquinanti nella Fascia Verde

  • Incidente sulla Tiburtina, scontro tra una Panda e un bus Cotral: due morti

Torna su
RomaToday è in caricamento