TuscolanoToday

Cinecittà Lamaro, la posa di cavi distrugge via Fadda: era stata rifatta un anno fa

Il tappetino d'usura ed il binder erano stati sistemati a dicembre 2017. Ora la strada è nuovamente dissestata. Ass. Vivace (M5s): "Dopo un anno le società possono fare i loro scavi. Ora però devono risistemarla"

Via Carlo Fadda è una strada che mette in comunicazione il popoloso quartiere di Cinecittà Lamaro con viale Palmiro Togliatti. Per questo sono tanti i mezzi privati che la percorrono. Ed è un motivo in più per mantenere in buono stato il suo manto stradale.

La segnalazione del lettore

Nell'inverno del 2017 via Carlo Fadda è stata risistemata. Tappetino di usura e binder hanno rimesso a nuovo tutta la strada. Ma l'intervento sembra già vanificato. "A seguito degli scavi effettuati alla fine di Dicembre (2018 ndr) per la posa di un corrugato – racconta un lettore – la strada è rimasta completamente dissestata in quanto gli scavi stessi sono stati chiusi in maniera approssimativa". Per dimostrare quali sono le attuali condizioni del manto, il lettore ha scattato anche delle fotografie.

L'accordo quadro del Campidoglio

Lo stato di via Carlo Fadda è destinato però a migliorare. "Tra Roma Capitale e le società dei sottoservizi – spiega l'assessore municipale Salvatore Vivace – è stato sottoscritto un accordo quadro che, dopo un periodo di tempo predeterminato, prevede la possibilità di scavare nelle strade in cui sia stata fatta la manutenzione ordinaria". E' questo il caso della strada di Cinecittà Lamaro. Ma le condizioni dell'asfalto non dovrebbero restare a lungo quelle che il cittadino ha prontamento fotografato.

L'onere per il privato: rifare la strada

"Il regolamento capitolino prevede che gli operatori, una volta terminati i lavori, abbiano tra i 30 ed i 60 giorni per rifare la strada su cui sono intervenuti. Ed il regolamento di Roma Capitale è stringente – fa notare Salvatore Vivace – perchè non si limita a dei semplici rattoppi: la strada deve essere rifatta da ciglio a ciglio".  Resta un problema: la sistemazione di una strada, se i lavori sono finanziati come opere di ordinaria manutenzione, rischia di durare solo un anno. Poi bisogna attendere che sia l'azienda dei sottoservizi a procedere con la sistemazione del tappetino e del sottostante binder. Nel frattempo, le strade appena rifatte versano nelle condizioni fotografate dal cittadino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Sushi "all you can eat" a Roma: 10 ristoranti giapponesi da provare

  • Incidente a Romanina: scontro tra auto, morta una mamma. Grave la figlia

Torna su
RomaToday è in caricamento