TuscolanoToday

Occupata l'ex Mediateca Rossellini di Cinecittà. Se ne chiede la riapertura

Gli attivisti di Cinecittà Bene Comune hanno simbolicamente occupato l'ex Mediateca di Cinecittà, ormai in disuso, di cui se ne chiede la riapertura. Indetta un'assemblea cittadina sul ruolo delle Biblioteche di Roma

La Mediateca Rossellini è stata occupata. I suoi locali,  dove un tempo si svolgevano corsi di formazione e d'informatica, frequentati da anziani e persone svantaggiate, sono rimasti chiusi ed inutilizzati. Una decisione che non è piaciuta agli attivisti di Cinecittà Bene Comune, che hanno deciso di rilanciare.

UN VUOTO DI SERVIZI - “La chiusura dell'ex Mediateca non rappresenta un taglio agli sprechi – scrive CBC in una nota –  ma un vuoto ulteriore nel tessuto sociale di una area periferica della città. Attualmente i locali sono chiusi, l’aula è stata smantellata e non se ne conosce la destinazione futura”. La scelta sembra sia figlia del piano di spending review che aveva comportato il taglio delle risorse a disposizione delle Biblioteche di Roma. A far le spese di questa manovra economica, è stato il Centro Nuove Tecnologie Romana Rossellini di Cinecittà. Rischia però di non essere il solo a rimetterci.

TAGLI AD UTENTI E DIPENDENTI - “Nei giorni scorsi è stata approvata  anche una delibera, legata all'approvazione del bilancio cittadino – spiegano gli attivisti di Cinecittà Bene Comune – in essa si prevede che prevede'l’internalizzazione delle biblioteche' all’interno del VI Dipartimento”. In altre parole con la delibera  “tutto il sistema bibliotecario civico confluirà all’interno di Roma Capitale attuando però ulteriori tagli ai danni degli utenti e dei dipendenti, che già sono 6 anni che aspettano il rinnovo del contratto. Per questo oggi abbiamo deciso di occupare questi spazi per contrastare i tagli alla cultura, alla formazione e ai servizi sociali ed aprire una discussione pubblica e partecipata che sappia proporre nuove soluzioni rispetto alla solitudine che vivono le periferie della nostra città”.

LE BIBLIOTECHE NEL TERRITORIO - Il vasto e soprattutto popoloso Municipio VII,  continua a soffrire della carenza di servizi destinati alla cultura. Nel territorio, con un bacino d'utenza di oltre 300mila abitanti, sono presenti soltanto due biblioteche comunali, una in via Anagnina e l'altra in via La Spezia. C'è poi quella popolare dello Scup, sempre a rischio sgombero. Pertanto, “anche alla luce della discussione iniziata in consiglio comunale, che porterà all'approvazione del nuovo bilancio della città di Roma, abbiamo lanciato da subito un momento di confronto e dibattito – ci fa sapere Cinecittà Bene Comune – sul ruolo delle Biblioteche di Roma e sul destino dell'ex Mediateca Rossellini”. L'iniziativa si svolgerà nel pomeriggio del 9 febbraio, proprio all'interno dell'ex Mediateca.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

Torna su
RomaToday è in caricamento