TuscolanoToday

Ludoteche gratuite nei parchi di periferia: paga il Municipio VII

Con i fondi per l'infanzia e l'adolescenza il Municipio VII finanzia un progetto di ludoteca diffusa. Ass. De Santis(M5s): "Vogliamo portare i bambini all'aperto, negli spazi verdi troppo spesso abbandonati delle periferie. Così li ripopoliamo"

Una ludoteca diffusa, da tenere negli spazi verdi dei quartieri di periferia. Senza oneri per le famiglie. Il Municipio VII, ricorrendo ai fondi per l'infanzia e l'adolescenza, ha deciso di lanciare un progetto ludico e didattico che ha interessanti risvolti anche sul piano sociale.

Il bisogno che diventa opportunità

"E' una sperimentazione che mettiamo in campo coinvolgendo anche Biblioteche di Roma ed infatti il quartier generale di questo progetto lo abbiamo allestito nel giardino della Biblioteca la Casa dei Bimbi, in via Libero Leonardi" racconta Elena De Santis,  l'assessora  municipale alle politiche educative e scolastiche. "L'idea di fondo è quella di trasformare un bisogno in un'opportunità. Laddove il bisogno è quello di offrire servizi e prendersi cura dei beni comuni nei quartieri di periferia, come Cinecittà Est, Morena, Vermicino e la Romanina".Per riuscirci l'amministrazione di prossimità ha deciso di puntare su ludoteche da organizzare nei giardini e nei parchi dei quartieri elencati.

La ludoteca diffusa nel Mun 7-2

Ripopolare gli spazi verdi degradati

"Purtroppo le aree verdi, la cui competenza ricade sul Dipartimento Ambiente del Comune, non sono gestite come dovrebbero. Col tempo hanno finito per degradarsi e talvolta per trasformarsi anche in luoghi in cui si verificano episodi di criminalità: Noi – racconta De Santis – in accordo con l'assessorato alle politiche sociali del Municipio, abbiamo pensato di puntare su questi spazi aperti, soprattutto vicino alle scuole. Lo facciamo con l'idea di coinvolgere le istituzioni, come le Biblioteche di Roma, ma anche le scuole stesse, gli operatori professionali e le famiglie".

Giocare all'area aperta

Il progetto, partito il 4 giugno, prevede l'organizzazioen di laboratori musicali e teatrali, attività sportive e motorie, cacce al tesoro, solo per citare alcune delle attività previste. "Invece di stigmatizzare i bambini che restano davanti alle consolle, ai videogame ed ai cellulari, offriamo alle famiglie la possibilità di portarli all'aperto". Nel farlo, parchi e giardini degradati si ripopolano di persone, in questo caso di bambini ed operatori, avviando un processo di riqualificazione ambientale e sociale delle periferie cittadine. 

Ludoteca diffusa-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma città tre nuovi casi: trend in calo per i pazienti in terapia intensiva

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

Torna su
RomaToday è in caricamento