TuscolanoToday

Da Romanina a Cinecittà, le scuole aprono le porte al cinema: si riparte con i film di denuncia

All’Istituto superiore Enzo Ferrari all’I.C. Raffaello riprendono le proiezioni di film incentrati su tematiche sociali e di contrasto alle mafie. Al primo appuntamento presente anche il regista Marco Bellocchio

La sala cinema nell'Istituto Ferrari

La lotta alle mafie passa anche per le scuole. Due istituti superiori del Municipio VII hanno deciso di coinvolgere il territorio mettendo a disposizione i propri spazi. Serviranno per far partire delle rassegne che prevedono la partecipazione di autori, rappresentanti istituzionali e giornalisti.

La scuola della Romanina

Una delle due scuole che ha deciso di promuovere, anche attraverso la proiezione di film, la cultura della legalità si trova in zona Romanina. Nell'Istituto Comprensivo Raffaello, la sezione locale di Libera, in collaborazione con il Consiglio d’istituto ha deciso di riprendere un progetto lanciato un anno e mezzo fa. Un appuntamento con il cinema, hanno fatto sapere gli organizzatori, che “promuove la cultura, il dialogo e la socialità attraverso proiezioni di film a tema”.

Il pagamento del pizzo

Per farlo si parte da una pellicola, “Noi e la Giulia”, che “affronta in chiave comica e in modo semplice e chiaro il tema del pizzo, argomento molto sentito nel nostro territorio”. A margine della proiezione, prevista per le ore 18 di venerdì 30, ci sarà un dibattito cui è annunciata la partecipazione di Mehdi Dehnavi, uno dei primi artigiani nel quadrante a denunciare estorsioni e violenze.

La scuola di Cinecittà 

La prima scuola ad aprire al sera per una proiezione si trova però a Cinecittà Lamaro. All’interno dell’Istituto scolastico Enzo Ferrari di via Contardo Ferrini 83, riparte la stagione CinemÀP. SI tratta della rassegna dell’Accademia Popolare dell’Antimafia e dei Diritti. Organizzata dall’ Associazione daSud, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale e con il Mibact. Nel 2018 alla prima si è presentato Carlo Verdone.

La rassegna "Altre visioni"

La  stagione 2020 prende avvio invece con il film “Il traditore”, già vincitore di 7 Nastri d’argento e 2 Globi d’oro. La pellicola, che racconta la storia del pentito Tommaso Buscetta è interpretata da Pierfrancesco Favino ed è diretta da Marco Bellocchio. Il regista ha annunciato la propria presenza per le ore 19 del 30 gennaio, in tempo utile per incontrare i residenti. E' questa la formula scelta per lanciare il fitto calendario di proiezioni della rassegna "Altre Visioni". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Tragedia a Montespaccato: ragazzo di 30 anni trovato morto impiccato nel garage di casa

  • Sciopero a Roma: venerdì 29 maggio metro, bus e tram a rischio. Gli orari

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

Torna su
RomaToday è in caricamento