TuscolanoToday

Cinecittà studios, il Municipio VII si compatta: “Puntiamo al rilancio”

La tutela degli storici stabilimenti di Cinecittà e dei professionisti che vi operano, mette d'accordo maggioranza ed opposizione del Municipio VII. Lozzi: "E' un passo importante"

Il Municipio VII blinda il destino degli Studios di Cinecittà. Tutti i consiglieri, di maggioranza e di opposizione, si sono compattati. Ed hanno votato un documento, già passato in Commissione, con cui si chiede al Comune di lavorare per legare il futuro degli stabilimenti esclusivamente al mondo del cinema .

LA POSIZIONE DEL MUNICIPIO - “La nostra proposta – ha spiegato Lozzi –si prefiggeva l’obiettivo di salvaguardare il posto di lavoro, le professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori, il marchio 'Cinecittà'. Abbiamo voluto inoltre determinare una chiara regolamentazione urbanistica dell’intera area, rifiutando speculazioni edilizie che nulla hanno a che fare con la produzione cinematografica”.

IL TAVOLO OPERATIVO - In virtù del documento approvato in Consiglio, frutto di un processo partecipato avviato già nel 2016, la Sindaca Raggi e la sua Giunta dovranno lavorare per creare un tavolo operativo formato da Comune, Regione, Mibact e Municipio VII, con il fine di “tutelare la natura artistica e culturale di Cinecittà".Al tavolo inoltre spetterà il compito di garantire "il lavoro delle figure professionali storiche, assorbite da tempo dall’ente privato gestore, senza il rischio che siano delocalizzate o licenziate". Comune, Regione, Municipio e Ministero dovranno inoltre lavorare per  "valorizzare le professionalità al fine di trasmettere il sapere alle nuove generazioni”.

IL RITORNO AL PASSATO - Si punta così, a partire dalle richieste che dal territorio sono approdate in municipio, a “porre le basi per un rilancio comunicativo del marchio e dell’identità di Cinecittà nel mondo”. Traguardi che, se perseguiti, offriranno agli Studios un destino chiaro. Al riparo da "interventi urbanistici finalizzati a creare alberghi, centri wellness, palestre o parcheggi”. Un ritorno all'antico. Ed un segnale chiaro agli imprenditori interessati ad investire in quegli storico stabilimenti.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento