TuscolanoToday

Cinecittà Studios, il Campidoglio incalza Franceschini: "Mettiamoci attorno ad un tavolo"

L'Aula Giulio Cesare ha votato all'unanimità una mozione. Si chiede la realizzazione di un tavolo interistituzionale "per pruomovere il rilancio culturale degli Studios"

Nel futuro di Cinecittà c’è il cinema. Lo ha ribadito una mozione votata in assemblea capitolina dalla maggioranza a cinque stelle. Un documento che prende una posizione netta ma per nulla scontata. Già, perchè il futuro degli Studios è tutt'altro che già scritto. Ed anche per questo tra le richieste, sottoscritte da tutti i consiglieri comunali, c’è quella di chiedere l’istituzione di un tavolo operativo intersettoriale tra Roma Capitale, Municipio VII, Regione Lazio e Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo. Servirà, ha spiegato la presidente della Commissione Cultura Eleonora Guadagno, a “promuovere il rilancio culturale delle produzioni cinematografiche ed a tutelare le competenze artistiche degli stabilimenti e dei lavoratori di Cinecittà ”.

LA NATURA DEGLI STUDIOS - Per rilanciare gli Studios,  “sarebbe importante regolamentare la destinazione urbanistica delle aree insistenti al loro interno – ha sottolineato la consigliera Guadagno (M5s) –  tenendo conto della sua natura cinematografica ed escludendo la realizzazione di insediamenti a carattere puramente speculativo”. Una scelta che mira anche a “tutelare la professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori di Cinecittà, al fine di non disperdere il know how artistico che costituisce il vero patrimonio da condividere e preservare”. 

L'INPUT DEL TERRITORIO - Il Municipio VII ha mostrato soddisfazione per l’atto appena votato in Assemblea Capitolina. “La mozione che è passata in Campidoglio, è figlia della risoluzione che la nostra aula consiliare aveva votato – ha ricordato la Minisindaca Monica Lozzi –  la rispecchia integralmente. Come Giunta inoltre, siamo in contatto con l’Istituto Luce che è tornato in progetto degli studios, per quanto rigaurda il loro progetto di riqualificazione degli stabilimenti che del centro sperimentale”.  

L'APPROVAZIONE - La mozione approvata in Aula Giulio Cesare, ha raccolto il consenso anche della Rete Cinecittà Bene Comune. “Abbiamo preso parte alla Commissione Cultura e devo ammettere che sono state recepite le istanze che arrivano dal territorio – ha premesso Alessandro Luparelli, portavoce della rete CBC – il testo votato si muove quindi nella direzione giusta, che è quella di sollecitare il Mibact, dopo l’uscita di scena di Abete, a rendere partecipe Regione, Comune e Municipio sul destino degli Studios. Bisogna evitare che diventino terreno di speculazione edilizia e, allo stesso tempo, è necessario salvaguardare il suo patrimonio artistico. Vale a dire le tante professionalità che vi operano e che, in prospettiva, possono tramandare il proprio sapere alle nuove generazioni”. Al Ministro Franceschini ora il compito di dare seguito alle tante aspettative maturate nel territorio, sedimentate in Municipio, ed approvate in Campidoglio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Sushi "all you can eat" a Roma: 10 ristoranti giapponesi da provare

Torna su
RomaToday è in caricamento