TuscolanoToday

Tuscolana liberata ed ora anche ciclabile: al via la gara per la bike lane

L'annuncio del presidente della commissione mobilità Enrico Stefano: "Riorganizziamo gli spazi per rendere Roma a misura di cittadino"

Dopo le bancarelle, via le doppia fila. La Tuscolana a cinque stelle prende forma. Dopo aver liberato i marciapiedi dagli ambulanti, coi banchi (e i furgoni) delocalizzati in viale Tito Labieno, l'obiettivo è dare un nuovo volto alla via. Obiettivo primario è quello di eliminare la doppia fila. Già lo spostamento dei furgoni ha dato un colpo al parcheggio selvaggio. Ora però le giunte comunali e municipali vogliono fare di più. Così il progetto della bike lane, da tempo in cantiere, è pronto a diventare realtà. 

L'annuncio è del presidente della commissione Mobilità Enrico Stefàno. "In via Tuscolana", scrive, "non solo è di nuovo possibile camminare, ma presto sarà possibile andare tranquillamente in bici. Abbiamo fatto partire il progetto per la corsia ciclabile".

Del progetto si discute da oltre un anno. Già ad ottobre 2016 l'idea finì in commissione. Si tratta di una pista di circa tre chilometri, da Arco di Travertino a Cinecittà che servirà anche a riqualificare la strada. Correndo di fatto di fianco al marciapiede impedirà alle auto di fermarsi. 

"Nuova vita dunque non solo per i pedoni, ma anche per i ciclisti", continua un entusiasta Stefàno. "E’ stata già indetta la gara, quindi i lavori cominceranno entro l’estate. Si tratta di una delle tante azioni che questa amministrazione sta portando avanti per favorire la mobilità sostenibile.  Riorganizziamo gli spazi per rendere Roma a misura di cittadino".
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • bravi???? Ma avete letto il progetto? si vede che non siete de quartiere: le centinaia di macchine parcheggiate li dove le metteranno?

    • Avatar anonimo di dario mizzico
      dario mizzico

      Lei non lo ha capito il progetto. Le macchine parcheggiate restano dove sono al lato della via, solo spostate più centralmente in modo da rendere impossibile la doppia fila. Se poi si pretende di "cambiare" una città solo in base alle macchine tanto vale lasciare tutto come è.

  • Dal punto di vista della mobilità alternativa se stanno a supera, è l'atac che fa sempre piu schifo.

  • Bravi!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Via dall'Italia": poi gli insulti razzisti e i pugni al volto. Mamma con bambino aggredita in strada

  • Politica

    Il Papa in Campidoglio: "Splendore non si degradi. Roma città di accoglienza e integrazione"

  • Torre Maura

    Torre Spaccata: sfratto per il centro anziani, ma scatta la protesta

  • Politica

    Bancarelle, la Cassazione dà ragione al Comune: lo sfratto dai monumenti è legittimo. E Raggi ringrazia Marino

I più letti della settimana

  • Auto blocca il tram, servizio fermo mezz'ora: la proprietaria stava facendo una lampada

  • Barberini: la scala mobile si accartoccia, scene di panico. Chiusa la stazione. Il racconto di un testimone

  • Tragedia a Colle del Sole: aggredito dal suo cane in strada, morto 43enne

  • In 30mila a Roma per la Marcia per il clima: sabato 23 marzo strade chiuse e bus deviati

  • Metro A: Repubblica, Barberini e Spagna chiuse. Ecco come raggiungere il centro di Roma

  • Frascati, esplosione in una villetta: morti padre e figlio, ferita la moglie

Torna su
RomaToday è in caricamento