TuscolanoToday

Punto Amico Statuario: "Trasparenza, questa sconosciuta"

Sulla struttura di via Siderno e sugli oneri derivanti, tra cui il "Punto Amico", il CdQ Statuario Capannelle denuncia opacità: "Nel 2016 abbiamo fatto quattro richieste di accesso agli atti, ma nessuno ci risponde"

"Riprendiamoci il Punto Amico". Lo striscione apparso in via Siderno, ha riaperto una vecchia questione. Il futuro dello spazio destinato al quartiere, è infatti tutt’altro che chiaro. Si tratta infatti di un’opera pubblica molto ambita. Della quale però, si fatica ad avere informazioni.

L'INIZIATIVA DEI CITTADINI - “Come Comitato di Quartiere Statuario Capannelle abbiamo fatto ben quattro richieste di accesso agli atti che sono state destinate al Dipartimento Urbanistica ed anche, in tre casi, al Commissario Tronca. E nessuno ci ha ancora risposto sebbene la prima risalga al 4 gennaio scorso” spiega Guido Marinelli, che del CdQ è il Presidente. Nell’area è prevista la realizzazione di una casa di riposo gestita da un ordine religioso.  

L'INTERESSE PUBBLICO - “Il 4 dicembre è stata fatta una variante al progetto originario, cosa che comporterà la realizzazione di  un piano aggiuntivo con 40 stanze invece di 11. Perché, visto che i termini della convenzione non sono stati modificati, non adottare lo schema definito da Caudo? – chiede Marinelli – l’ex Assessore di Marino aveva infatti introdotto una piccola ma sostanziale modifica. In virtù della quale le opere pubbliche vanno terminate prima di quelle private. Ad oggi invece – ricorda il Presidente del CdQ – si rischia di aspettare fino a 10 anni”. 

LE DOMANDE IN SOSPESO - Ammesso poi che le Convenzioni vengano controllate visto che, come Caudo amava ricordare, a Roma non sempre è stato fatto. A rimetterci in quel caso sarebbero i residenti. “Noi vorremmo sapere se, con questa variante e con le nuove cubature in arrivo, siano previste anche più superfici a disposizioni dei cittadini”. Tra queste quelle destinate al Punto Amico e non solo. “C’è anche un parcheggio interrato, oltre ai circa 400metri quadri coperti del cosiddetto Punto Amico – spiega sempre Marinelli – ma è tutto poco chiaro. Per questo continuiamo a fare le nostre richieste”. Per ora, senza venire a capo del problema.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Nubifragio a Roma e provincia: disagi in città, allagata la via Appia

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Incidente via Tuscolana: perde controllo della moto e finisce contro un palo, morto 42enne

Torna su
RomaToday è in caricamento