TuscolanoToday

Capannelle, l'Hippogroup lascia l'impianto: la gestione passa al Comune

La società Hippogroup Srl ha comunicato la decisione di rinunciare all'ippodromo di Capannelle: "Attrezzature, maestranze e know how sono a disposizione dell'Amministrazione"

La Hippogroup Roma Capannelle s.r.l.rinuncia a proseguire nella gestione dell'ippodromo di Capannelle. Il braccio di ferro ingaggiato con l'amministrazione cittadina, si è concluso. A gennaio l'impanto tornerò al Campidoglio che dovrà decidere come meglio gestirlo.

Il canone retroattivo

La decisione della Hippogroup è maturata  a causa della "posizione formalmente assunta dall'Amministrazione di Roma Capitale in merito al canone di concessione". Come l'azienda ha spiegato, è stato "quantificato retroattivamente in oltre due milioni e mezzo di euro annui". Finora invece la società aveva pagato 67 mila euro l'anno. Tra le ragioni che hanno spinto la Hippogroup a lasciare l'impianto c'è anche quella della "durata del rapporto concessorio del comprensorio dell'ippodromo Capannelle" considerata evidentemente insoddisfacente.

Le responsabilità del Ministero

L'indice viene puntato anche nei confronti del Miipaf le cui scelte "hanno penalizzato Roma durante il 2018, spogliata di Gran Premi storici, esclusa a più riprese dai calendari, penalizzata nelle sovvenzioni del trotto". Dopo decenni, nella Capitale, non è stato ad esempio disputato il leggendario Derby. Ed a metà settembre le corse sono riprese solo dopo un nulla osta rilasciato dall'amministrazione comunale.

L'eredità lasciata al Campidoglio

Finita l'era di Hippogroup, "attrezzature, maestranze e know how specifico - annuncia l'ormai ex concessionario -  sono responsabilmente a disposizione dell'Amministrazione". Un'eredità che viene riservata al Campidoglio se, "come manifestato pubblicamente, vorrà gestire direttamente la struttura".

"Il regalo di Natale"

L'assessore alle Politiche sportive Daniele Frongia, preferendo non rilasciare dichiarazioni, si è limitato a sottolineare che "stiamo lavorando col Ministero". Decisamente più prolissa è stata l'opposizione. La decisione della Hippogroup "è  una  pessima notizia per il mondo sportivo romano e crea legittime preoccupazioni tra quanti lavorano e vivono all'interno dello storico ippodromo romano" hanno commentato il consigliere cittadino  Marco Palumbo (PD) e la dirigente democratica Erica Battaglia.  E' proprio un bel regalo di Natale – hanno aggiunto i due – ora speriamo che Roma Capitale mantenga la promessa di gestire direttamente l'impianto. Come potrà farlo, lo ignoriamo. Con quali fondi, pure". Resta da comprendere, soprattutto, quale sarà il destino delle maestranze che operano all'interno dello storico ippodromo. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento