TuscolanoToday

Ippodromo Capannelle: la priorità del Campidoglio resta il lavoro

Frongia: "Al lavoro per garantire anche proseguimento attività"

L'ippodromo di Capannelle andrà a bando. Come ha tenuto a ribadire l'assessore Frongia, a margine della presentazione del nuovo regolamento sugli impianti sportivi,  "la direzione Sport ha verificato che non ci sono i presupposti per la proroga".  Restano sul piatto due questioni che, il futuro concessionario, dovrà necessariamente affrontare. Si tratta cioè di garantire a chi opera nell'ippodromo di mantenere il proprio posto di lavoro. Contestualmente, è importante che all'interno dell'impianto sopravvivano le attività, sportive e non, che attualmente vi trovano spazio.

Le priorità: il lavoro prima di tutto

Le esigenze sono note e l'assessore Frongia, intervistato dall'agenzia di stampa Agipro,  lo ha ribadito. "Stiamo lavorando affinché l’ippodromo di Capannelle possa proseguire le proprie attività dopo la scadenza del 15 maggio. E i lavoratori saranno garantiti – ha premesso l'ex Vicesindaco di Roma Capitale - Teniamo alla salvaguardia dei posti di lavoro e a far sì che anche chi ha beneficiato in passato di sentenze favorevoli contro il licenziamento irrogato da Hippogroup possa essere ricollocato nel proprio posto. Chiunque gestirà l’ippodromo sarà quindi tenuto a garantire l’occupazione all’interno dello stesso". E verosimilmente dovrà garantire anche il tradizionale programma sportivo, compreso il prossimo Derby del Galoppo. Così come s'immagina che saranno garantiti anche gli eventi musicali estivi che solitamente si svolgono a Capannelle.

Il M5s ed Hippogroup

Per quanto riguarda i rapporti con l'attuale concessionario, Frongia ha spiegato ad Agipro che "Abbiamo ricevuto la Hippogroup quando ci ha chiesto di essere convocata; di recente, dopo la notifica del ricorso al Tar - presentato dalla società che vorrebbe continuare a gestire l'impianto -  ci è pervenuta una nuova richiesta in tal senso che, a breve, esaudiremo. Anche il presidente della Commissione Sport Angelo Diario si è recato sul posto per una commissione-sopralluogo".  

Regole uguali per tutti

Porte aperte al dialogo? Difficile immaginare un esito differente da un bando. "Le regole sono uguali per tutti – aveva ribadito Frongia a latere della conferenza stampa svoltasi giovedì 15 in Campidoglio - i concessionari hanno fatto ricorso al Tar ma non hanno chiesto la sospensiva". Quindi di fatto restano le intenzioni dell'amministrazione di riaprire i giochi sulla gestione di Capannelle. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Romanzo Criminale di Primavalle: le confessioni di Abbatino e "Accattone" risolvono 4 omicidi

  • Il monopolio di slot machine e scommesse del Re di Roma Nord, smantellato sodalizio dell'ex Banda della Magliana: 38 arresti

  • Salvatore Nicitra, il boss con la pensione d'invalidità: così l'ex della Banda della Magliana è diventato il re di Roma Nord

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Amazon a Colleferro, ora è ufficiale. 500 posti di lavoro: ecco come candidarsi

  • Investito da un'auto mentre attraversa il Raccordo Anulare, morto un uomo

Torna su
RomaToday è in caricamento