TuscolanoToday

Osteria del Curato: i nodi da sciogliere per migliorare la sicurezza stradale

Spartitraffico, rotatorie e parapedonali. Ad Osteria del Curato servono interventi per garantire una maggiore sicurezza stradale, agli automobilisti ma anche ai pedoni ed ai ciclisti

Le file che quotidianamente si formano all’incontro tra via Lucrezia Romana e via delle Capannelle, potrebbero esser risolte in maniere piuttosto semplice. Basterebbe, probabilmente, un semplice spartitraffico in grado di canalizzare il flusso di vetture. Da una parte quelle che devono andare verso via  Appia. Dall’altra le auto dirette sulla Tuscolana.

MODIFICHE ALLA VIABILITA' - Il problema, spiega il Comitato di Quartiere Osteria del Curato, nascerebbe dal fatto che “ci sono troppi furbi che occupano la parte della carreggiata che invece deve essere utilizzata da quelli che dovrebbero girare a destra, verso via Tuscolana. Quest'ultimi quindi, rimangono ingiustamente incolonnati, in attesa del loro turno”. Per ovviare a questo disagio, che si verifica quotidianamente nelle ore di punta, basterebbe quindi uno spartitraffico e “la modifica della rotatoria già esistente, rendendone poi obbligatorio il transito”.

UN TRATTO PERICOLOSO PER I CICLISTI - C’è infine un’altra considerazione da fare. L’incrocio di cui si parla, risulta essere molto frequentato da “pedoni e ciclisti provenienti dal quartiere”. Per loro infatti rappresenta “ il punto più vicino per l'accesso al Parco degli Acquedotti. Dunque, soprattutto il sabato e la domenica – spiega Elio Graziani – grandi e piccoli lo percorrono per andare a trascorrere qualche ora nel parco più bello di Roma. Tuttavia quell’attraversamento di via delle Capannelle, a causa del traffico automobilistico sempre intenso, risulta estremamente pericoloso. Ed anche a questo problema, quindi – conclude il Presidente del CdQ – è necessario trovare al più presto una soluzione”.

LA SICUREZZA DEI PEDONI - Non si tratta, ad ogni modo, dell'unica richiesta che i cittadini di Osteria del Curato stanno rivolgendo all'amministrazione, per rendere più sicure le proprie strade. Da tempo, come già abbiamo ricordato, si è messo in evidenza la pericolosità del marciapiede in via Casale Ferranti. Un punto tanto pericoloso da aver reso necessari il posizionamento dii parapedonali che, una volta divelti, non sono stati più sostituiti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento