TuscolanoToday

Via Polia, il centro civico resta chiuso: settecento metri quadrati sprecati

In assenza di un collaudo lo spazio è stato progressivamente sottoutilizzato. Il Comitato di Quartiere prova a rilanciarlo

Settecento metri quadrati destinati ad un centro civico restano ampiamente inutilizzati. Succede all'angolo tra via Polia e via Amantea, nel quartiere di Statuario. Lì da anni si trascina un contenzioso sull'uso di un'importante struttura pubblica.

Il centro civico

Due piani, un'area cani di 12mila metri quadrati, ed almeno altri 2mila metri quadrati di attrezzature sportive. Un tesoro per una comunità locale che, ad oggi, viene fruito solo in minima parte. Ne beneficiano i proprietari degli amici a quattro zampe, che hanno un posto dove portare i quadrupedi. "Una minima parte viene sfruttata, fino al prossimo dicembre, dal centro anziani" spiega Guerriero Latini, presidente del Comitato di Quartiere Statuario Capannelle. Ma il resto del centro civico resta off limits.

Il collaudo mancante

"E' impraticabile perchè ancora non è stata fatto il collaudo della struttura – chiarisce Latini – in passato era stato assegnato ad alcune associazioni, ma senza il collaudo quell'atto non vale niente". Motivo per cui si è aperto un contenzioso che si trascina da almeno tre consiliature. "Chiediamo al Campidoglio, nella persona dell'assessore all'urbanistica Luca Montuori, di attivare un tavolo, possibilmente coinvolgendo noi ed il Municipio VII. L'obiettivo è arrivare al collaudo in tempi ragionevolmente brevi".

Gli altri centri polifunzionali

Il centro polifunzionale non è l'unico, nel territorio, a non aver trovato una funzione. Mentre arrivano buone notizie da Osteria del Curato, dove finalmente è stata messa a disposizione "la casa del quartiere", ancora non ha trovato una destinazione chiara il centro polifunzionale realizzato all'Arco di Travertino. Si tratta della struttura pubblica più imponente che, nel Municipio VII, resta senza alcuna funzione.

L'apericena con i residenti

Per quanto riguarda invece Statuario, il Comitato di Quartiere ha intenzione di rilanciare la partecipazione e l'interesse per la struttura. "Venerdì 13, alle ore 19, abbiamo organizzato un'apericena cui invitiamo tutti i residenti – annuncia il presidente del CdQ Guerriero Latini – è un'occasione da non perdere per chi ha a cuore questo centro civico". 

Una situazione complicata

La vicenda che riguarda la struttura di via Polia è abbastanza complessa - premette la presidente del Municipio VII Monica Lozzi - sono due anni che sto spingendo il comune ad effettuare il collaudo mancante: consentirebbe di acquisire la struttura al patrimonio per metterle poi a bando e renderla fruibile a tutti". Il tema della libera fruizione è centrale. Attualmente solo l'associazione che gestisce l'area cani ed il centro anziani ne fanno uso. "Come presidente del Municipio ho presentato un esposto alla Corte dei Conti. Quella struttura è stata costruita con oneri concessori, ma viene usata impropriamente da alcune associazioni perchè non c'è mai stato un affidamento regolare. C'è uno scontro - sottolinea la Minisindaca -  tra chi gestisce la struttura ed i cittadini che vorrebbero fruirne in maniera libera, io li dovrei vedere lunedì. Nel frattempo sto chiedendo incontri al nuovo direttore del PAU per sollecitare questo collaudo". 

Potrebbe interessarti

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

  • Distributori di Benzina "No Logo": dove il pieno costa meno

  • 7 laghi meravigliosi da visitare nei dintorni di Roma

I più letti della settimana

  • Terremoto Roma: scossa avvertita in diverse zone della città. Epicentro a Colonna

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Sciopero: domani a Roma metro e bus a rischio. Gli orari e tutte le informazioni

  • Sciopero a Roma, martedì 25 giugno metro e bus a rischio: tutte le informazioni

  • Uccide la moglie e poi si spara: i due coniugi non riuscivano a pagare l’affitto

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

Torna su
RomaToday è in caricamento