TuscolanoToday

Statuario, il presidente Latini fa il bilancio del lavoro svolto

Una sintesi del lavoro svolto dal Comitato di quartiere, i progetti futuri e alcune chiose su molti problemi specifici del territorio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Il CdQ Statuario Capannelle si è insediato ormai da più di un anno dopo libere elezioni che hanno visto la partecipazione di moltissimi abitanti del territorio. In qualità di Presidente ritengo perciò doveroso comunicare ai cittadini un bilancio sui temi sin ora da noi trattati e dei processi evolutivi che ci vedranno impegnati nei prossimi mesi". Lo dichiara Guerriero Latini, presidente del CdQ Stautario Capannelle. "Con orgoglio affermo che siamo diventati un insostituibile punto di riferimento per la gente, la quale - sia attraverso dialoghi e partecipazione diretta che tramite network come Facebook - si confronta con noi, pone problemi, chiede soluzioni, suggerisce strategie".

"Ma anche le istituzioni oggi ci ascoltano con rispetto e a volte con timore, consapevoli che la qualità del nostro lavoro si discosta dalla consuetudine di quei comitati schierati partiticamente che scelgono la protesta senza progettualità o il divenire la cinghia di trasmissione di ambizioni politiche personali. Quello che segue è il bilancio, consapevoli di un futuro che ci vede sempre più forti e presenti capillarmente sul territorio e a fianco dei cittadini".

"Settore opere pubbliche: è prioritario citare la querelle, sollevata solo ed esclusivamente da noi, innanzi tutto sul Centro Civico di Via Polia e poi sulla tensostruttura sportiva. Abbiamo chiesto una regolarizzazione tecnico amministrativa del complesso per farlo acquisire al patrimonio del comune di Roma ed assegnarlo (previo bando di gara) in primis alle associazioni del quartiere, affinché (con la commissione di collaudo ormai formalmente istituita) il centro diventi un motore culturale e civile del rilancio di Statuario. Tuttavia il Centro - oggetto di una inopportuna ordinanza di custodia e guardiania stilata dal Presidente Medici (atto a mio avviso pregiudiziale al fallimento dell'acquisizione, analogamente alle altre 3 convenzioni stipulate nel quartiere) - è di fatto utilizzato come un bene privato al servizio di pochi".

"Settore trasporti: Significativo e supportato dal consenso del quartiere, è il nostro progetto, apprezzato dall'ATAC, per lo spostamento del capolinea 663 da largo Cirò, con la creazione di un nuovo capolinea antistante la chiesa di S. Ignazio, più la modifica del percorso previo inserimento diretto su via Taurianova e passaggio da viale Appio Claudio alla complanare della Via Appia Nuova".

"La raccolta firme per la richiesta (in previsione del declassamento della linea FM4 Roma/Napoli a tratta regionale Roma-Formia) di una fermata metropolitana a via Polia è stata accolta con calore e speranza ed appoggiata da oltre 4.000 cittadini. Entrambi i progetti saranno oggetto di una futura assemblea pubblica (tra circa 60 giorni) con l'Assessore regionale ai trasporti Lollobrigida".

"Settore AMA: il giorno 27 marzo abbiamo avuto un incontro con il Dirigente territoriale ing. Perrone ed il Responsabile di zona Savignano, dove si è formalizzato il cambio totale dei cassonetti deteriorati e/o fatiscenti e previa assemblea pubblica (tra circa 30/40 giorni) alla presenza del presidente AMA, dell'Assessore comunale Visconti e del Presidente Medici, divulgheremo la presentazione:

  • Del progetto redatto e curato dal CdQ di un percorso protetto con tabelle di segnalazioni orarie di pulizia meccanizzata e manuale nelle strade tecnicamente non adatte alla pulizia con mezzi automatici
  • Della raccolta differenziata con soluzioni diverse secondo le criticità specifiche derivanti dalla morfologia del territorio (modello zona Massimina)
  • Della creazione su un'area comunale, di spazi forniti di contenitori per lo scarico di materiale non degradabile (elettrodomestici, arbusti e resti di potature ecc.) che successivamente sarà smaltito dai mezzi dell'AMA"

"Mobilità ed infrastrutture: i progetti e gli interventi sulla mobilità infrastrutturale, la manutenzione di strade e marciapiedi (già approvati od in via di approvazione) ed i progetti sulla riqualificazione delle aree a verde attrezzato nel nostro territorio saranno esposti in una assemblea pubblica alla presenza dell'Assessore comunale ai lavori pubblici Ghera e del Municipio (appena sarà finalmente nominato l'assessore di riferimento)".

"Sicurezza: gli interventi già eseguiti ed il progetto per il consolidamento della sicurezza dei nostri quartieri (350 nomadi già sgombrati) saranno oggetto di una assemblea pubblica alla presenza dell'Assessore comunale alla sicurezza Ciardi e dell'Assessore municipale all'ambiente Capuano".

"Credo, in ultima analisi, doveroso ringraziare tutti i cittadini che sino ad oggi hanno, con diversi toni e criticità, condiviso il nostro lavoro, incentrato su una metodologia operativa che ha messo sempre e comunque al centro il rispetto della legalità e dei diritti, con un'unica pregiudiziale: il senso istituzionale".

 

I più letti
Torna su
RomaToday è in caricamento