TuscolanoToday

Antenna Vodafone Quarto Miglio: le proteste arrivano in Campidoglio

I Comitati di Quartiere che stanno chiedendo di spostare l'antenna di via Appia Nuova, hanno incontrato il Subcommissario De Milato. Marinelli(CdQ Statuario-Capannelle): "Aspettiamo altri 15 giorni poi organizziamo una protesta di piazza"

Mercoledì 2 febbraio i Comitati di Quartiere di Statuario - Cappennelle e quello di Quarto Miglio sono stati ricevuti dal Subcommissario De Milato. Oggetto dell'appuntamento, lo spostamento della stazione radio base di via Appia Nuova 889, ritenuta pericolosamente vicina ad una scuola.

LA DISTANZA DALLA SCUOLA - "All'incontro era presente anche un avvocato del Campidoglio e dei referenti degli uffici tecnici capitolini – spiega a Romatoday Guido Marinelli, Presidente del CdQ di Statuario Capannelle – noi abbiamo fatto notare che l'antenna è situata a meno di 100 metri da una scuola. Ed anche ammesso che, come dicono loro, le rilevazioni dell'Arpa segnalino dei livelli nella norma, c'è sempre il regolamento del Comune per i siti sensibili". E poi non bisogna dimenticare che gli utenti del  "sito sensibile" sono molto particolari. Si tratta di bambini che, come aveva ricordato lo stesso Marinelli durante un Consiglio municipale "dobbiamo tutelare, per il semplice fatto che loro  non hanno possibilità di scelta".

LE MOSSE DEL MUNICIPIO - L'antenna è rimasta comunque accesa. Lo è da questa estate. Dalla Presidenza del Municipio non è infatti mai partita l'attesa ordinanza di sospensione. L'Ente di prossimità ha preferito invece puntare sul coinvolgimento degli uffici capitolini.  "Con una lettera la Presidente Fantino, lo scorso febbraio, aveva chiesto al Dipartimento urbanistica del Comune come mai non si fosse dato seguito al preannunciato  'riesame in autotutela dell’istanza presentata da Vodafone'. In quella lettera  veniva sollecitato anche il Comando dei Vigili Urbani affinchè realizzasse un sopralluogo". L'iniziativa del Municipio VII, non sembra aver prodotto gli effetti sperati.

I TEMPI -  "Ora il Comune dovrà trovare il modo per far rispettare il regolamento sui siti sensibili. Il timore è che ci si possa arroccare dietro alla necessità di trovare un'altra localizzazione. Realizzare un piano per la delocalizzazione però – spiega Marinelli – potrebbe comportare anche due anni. E nel frattempo l'antenna resterebbe lì. Per questo bisogna stringere con i tempi. Diciamo che ci aspettiamo delle risposte tra i 10 ed i 15 giorni. Trascorsi i quali - annuncia il Presidente del Comitato di Quartiere Statuario Capannelle - organizzeremo un'iniziativa di piazza".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Nubifragio a Roma e provincia: disagi in città, allagata la via Appia

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Incidente via Tuscolana: perde controllo della moto e finisce contro un palo, morto 42enne

Torna su
RomaToday è in caricamento