TuscolanoToday

Appio Claudio, vandalizzata la scuola Aldo Fabrizi: è la seconda volta in due mesi

Dei vandali si sono introdotti nella scuola di via Publicola. Svuotati gli estintori, sono stati rotti vetri e arredi. Assessore De Santis (M5s): "Abbiamo riportato danni per oltre 20mila euro"

La vetrata infranta dai vandali

Estintori svuotati, arredi danneggiati, vetri rotti. E poi falli e svastiche mescolati a simboli che evocano il satanismo, disegnati un po' ovuque. La scuola  Aldo Fabrizi è stata vandalizzata. Non per la prima volta. 

I danni riportati

"Questo scempio risale alla notte tra l'8 ed il 9 luglio - racconta l'assessora alla scuola Elena De Santis – e purtroppo i danni sono statiu ingenti, superiori ai ventimila euro per quanto riguarda il municipio. A questa cifra vanno sommate le suppellettili dei bambini che erano rimaste nella palestra e che sono state anch'esse rovinate".

Il video di denuncia

La scuola, che unisce una primaria statale ed una materna comunale, è stata invasa del liquido contenuto negli estintori. Con un video l'assessora De Santis e la presidente Lozzi, hanno mostrato gli spazi vandalizzati, le scritte sudicie, il crocefisso staccato e gettato in terra. C'è anche un'intera batteria di cassonetti che è stata incendiata. Si trova a pochi metri dal cancello d'ingresso, sul marciapiede che perimetra la scuola. 

Un conto salato per il municipio 

La conta dei danni rischia di avere un serio impatto sulle casse dell'ente di prossimità. "La manutenzione di questa scuola, come degli altri 150 edifici scolastici presenti nel territorio, è affidata al Municipio – racconta l'assessora De Santis – e per noi quella cifra è consistente". Tra l'altro, come osservato dalla Minisindaca Lozzi  "non è detto che saremo in grado d'intervenire per ripristinare le condizioni ex ante, prima che riparta l'anno scolastico. Qui, per inciso, avevamo appena investito delle risorse pubbliche, e quindi di tutta la collettività,  per intervenire sul quadro elettrico". 

Il precedente

Dal municipio fanno sapere di aver chiesto, oltre al ripristino dell'impianto antintrusione che è stato vandalizzato, anche l'installazione di alcune videocamere di sorveglianza. "Purtroppo non è la prima volta che questa scuola finisce sotto attacco. A giugno, solo grazie alla segnalazione di un cittadino ed all'intervento della Polizia locale, si era scongiurato un altro atto vandalico. In quella circostanza – racconta l'assessora municipale– abbiamo registrato 'solo' un principio d'incendio". Due episodi deprecabili, ravvicinati nel tempo. La sperenza del Municipio VII è riposta  nell'installazione delle videocamere. Un deterrente contro ulteriori atti vandalici.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento