TuscolanoToday

Quadraro: l'importanza di tifare alla Ernesto

La sua bancarella imbardata è impossibile non notarla. Per il quartiere è un simbolo che durante i mondiali diventa meta di pellegrinaggio per l'intera città: ecco la storia di Ernesto

Ernesto ha 67 anni ma la sua passione lo fa sembrare un ragazzino. Tifa Roma anche se è di origini siciliane e il suo amore per la capitale e i colori giallorossi lo hanno convinto a stabilirsi sin da adolescente al Quadraro.

Cinecittà è un quartiere popolare ma per antonomasia ricco di storie, di idee, di fantasia. Ernesto ne rimane affascinato e girandolo in lungo e in largo ne conosce ogni angolo. Lo studia a fondo, ne scopre i segreti e dopo diversi lavori ("cocomeraro" e venditore di alberi di Natale tra i tanti) l'arzillo tifoso decide di stabilirsi tra via Tuscolana e Via dei Levii e cominciare un'attività che lo renderà un beniamino del quartiere.

Ormai dagli anni '70 Ernesto vende maglie, bandiere, cappellini e qualsiasi oggetto utile per tifare la Roma, la Lazio e soprattutto la nazionale. Se si desidera il "kit completo" del vero tifoso non si può non far visita a questo vero e proprio bazar.


La particolarità di Ernesto però risiede altrove. La sua passione lo ha portato ad escogitare una sua personale forma di "auto-promozione". Non si pubblicizza su Internet, né sui tanto acclamati social network. Ernesto ha semplicemente "colorato" l'intera via in cui lavora, rendendola riconoscibile anche per i pendolari più distratti, che scendono o salgono la caotica e trafficata via Tuscolana e che non possono non notare la sua bancarella e la sua merce variegata.

Parlando con Ernesto o chiedendo di lui nel quartiere ti rendi subito conto che per molti è quasi un'istituzione, e che in molti apprezzano la sua capacità di ridare colore e vita ad una traversa altrimenti spoglia. Ernesto ti guarda orgoglioso e ti racconta di come ha passato il nastro tricolore intorno agli alberi, di come ha appeso le bandierine tra i lampioni e di come sia riuscito a convincere i condomini dello stabile di fronte alla sua bancarella a permettergli di appendere il suo massimo orgoglio: una gigantografia di Totti e De Rossi che alzano la Coppa del mondo.

E' lui stesso che ti ci porta e che ti indica i suoi due idoli. Gli chiediamo se qualcuno si è mai lamentato per i suoi addobbi e se ha mai "avuto problemi". Lui si fa scuro in volto, addirittura più scuro della sua abbronzatura da uomo del sud che lavora da sempre all'aperto e sotto il sole. Poi ti spiega tutto serio che ci tiene a rispettare il decoro del quartiere e le basilari regole civiche e che leverà gli addobbi dopo il mondiale.

Fosse per noi lasceremmo tutto dov'è, che quei colori e quelle bandiere ravvivino davvero e non danno fastidio a nessuno, aldilà del mondiale e delle sorti della squadra azzurra. Anche al riguardo Ernesto si fa tutto serio: "nessun problema, vince l'Italia, come nel 2006".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di Cla
    Cla

    Forza Ernesto...siamo tutti con te!!!! Daje Roma Daje!!!!

    • Avatar anonimo di Paolo
      Paolo

      Bisogna vedere se il materiale esposto su questa bancarella è a norma di legge o meno. Quante volte abbiamo assistito a merchandising contraffatto ? Spero non sia questo il caso.

      • Avatar anonimo di Giorgio
        Giorgio

        Ah paolo e fattela na scopata e pensa de più a'ride

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni europee, boom della Lega a Roma: Salvini scippa le periferie ai grillini. Alle Torri sfiorato il 37%

  • Politica

    Voti dimezzati e crisi d'identità: il M5s romano piegato da Salvini e dall'effetto Raggi

  • Cronaca

    Via XX Settembre: paura in un B&B, prima il boato poi il crollo. Palazzo evacuato

  • Incidenti stradali

    Tragedia sulla Casilina: ubriaco contromano travolge e uccide 32enne

I più letti della settimana

  • "Ti amo. Ti sto raggiungendo": fidanzata muore per tumore, lui si toglie la vita un mese dopo

  • Lo sciacallo della Tiburtina incastrato da un tatuaggio: "Ora perderò il posto di lavoro?"

  • Fridays for Future e comizi elettorali: domani strade chiuse e bus deviati

  • Ciclista investito, ucciso e derubato su via Tiburtina: preso lo sciacallo

  • Tragedia sulla Casilina: ubriaco contromano travolge e uccide 32enne

  • Elezioni europee 2019, a Roma trionfano il Pd e la Lega. M5s al 17.58%

Torna su
RomaToday è in caricamento