TuscolanoToday

Parco degli Acquedotti, i bambini hanno un nuovo parco giochi: il vecchio era stato rimosso nel 2015

E'stato ripristinato da un'azienda il parco giochi di via Lemonia. Nel 2015 l'area era stata interdetta ed i giochi rimossi. Una parte erano stato ri-acquistati dal Centro sociale Spartaco

Scivoli, altalene, leve ed altri arredi ludici sono stati posizionati nell'area giochi di via Lemonia. Dopo quattro anni i bambini dell'Appio Claudio, e non solo, hanno nuovamente uno spazio pubblico a loro dedicato. 

Lo sponsor privato

Un'azienda privata il polo sanitario Nostra Signora di Lourdes, ha deciso di finanziare la riqualificazione dell'area ludica, provvedendo ad acquistare i nuovi arredi ed anche le videocamere per sorvegliarli. Si chiude così, con il lieto fine, una vicenda durata anche troppo tempo. E che tra rimpalli di responsabilità e muri di gomma, aveva finito per penalizzare i residenti più giovani del popoloso quadrante, i bambini.

Il tramite del municipio

"Avevamo deciso di finziare la riqualificazione dell'area giochi di via Lemonia, racconta la presidente del Municipio VII Monica Lozzi – ma quest'estate alcuni rappresentanti della NSL ci hanno incontrati, dichiarandosi interessati ad una sponsorizzazione. Di conseguenza li ho accompagnati, d'accordo con Pinuccia Montanari, al Dipartimento Ambiente e da lì è stato avviato un iter che si è concluso con la consegna delle aree, ai primi di gennaio ed il contestuale avvio dei lavori".

Giochi e videocamere

All'interno dello spazio sono stati collocati molti arredi utilizzabili anche dai bambini con disabilità. A loro sono dedicati ad esempio un'altalena ed un gioco a leva. I nuovi giochi andranno a completare l'area il cui riprisino era stato parzialmente avviato dal Centro sociale Spartaco.  La raccolta fondi promossa dai suoi attivisti aveva infatti consentito l' acquisto di un'altalena.  Ora sarà in buona compagnia.

Gli accordi con il polo sanitario NSL, non prevedeìono solo l'arrivo dei nuovi giochi. "Nell'ambito della sponsorizzazione è privista anche la fornitura di un paio di videocamere, da parte di NSL – spiega Monica Lozzi – il Simu provvederà a farne l'installazione ed il collegamento alla Sala Sistema di Roma Capitale. Noi come Municipio realizzeremo gli scavi per i collegamenti elettrici". 

L'occasione persa nel 2016

Una sinergia efficace, consentirà ai bambini del popoloso quadrante di avere uno spazio dove porter giocare. L'area ludica, grazie allo sponsor privato, è tornata ad essere interamene funzionante. Una possibilità che era stata prospettata già nel febbraio del 2016, quando un imprenditore dichiarò il proprio interesse a prendersi cura dell'area, in cambio dell'apposizione dei cartelloni pubblicitari. All'epoca l'offerta, avanzata a mezzo stampa, non venne però presa in considerazione.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento