Appia Antica: più di 300 le persone che hanno seguito le orme degli antichi romani

Grande successo sabato 16 Aprile per la prima edizione di "Orme sull'Appia Antica: gli antichi romani tornano a vivere" organizzata dal Gruppo Archeologico Romano in occasione della XIII Settimana della Cultura a Roma.

Redazione19 aprile 2011

Un ottimo riscontro di pubblico l'iniziativa "Orme sull'Appia Antica: gli antichi romani tornano a vivere" organizzata dal Gruppo Archeologico Romano -con la collaborazione dell’associazione culturale S.P.Q.R.- in programma sabato scorso, durante la XIII settimana della cultura a Roma.

 
 All’appuntamento si sono presentati più di 300 visitatori che hanno potuto conoscere la Regina Viarum, accompagnati da guide professioniste e archeologi, ed intraprendere un viaggio tra archeologia e letteratura, degustazione e rievocazione storica.

Un’iniziativa impreziosita dalla presenza di una nutrita delegazione giapponese (più di 30 persone): infatti la Via Appia  Antica è stata visitata da autorità , tanti studenti e cultori della materia nipponici, che hanno seguito, nella propria lingua, un percorso curato dal ricercatore Go Ifuku, archeologo della Doshisha University di Kyoto.


“Sono molto soddisfatto di questo evento –  dichiara il Presidente del GAR, Gianfranco Gazzetti.

"Questo risultato è stato possibile grazie all’intensa campagna di comunicazione e al lavoro di tanti volontari che come sempre impegnano il loro tempo libero per la valorizzazione e tutela dei nostri beni culturali".

"Ancora una volta –  conclude Gazzetti – il volontariato culturale ha dimostrato tutta la sua forza e la sua importanza nella società civile, realizzando con passione e  tenacia un piccolo miracolo:  far rivivere l’Appia Antica per un giorno”.

Annuncio promozionale


La buona riuscita dell’evento ha dimostrato come e quanto sia amato il nostro patrimonio culturale sia dai grandi che dai tanti bambini intervenuti con le loro famiglie.
 

Gianfranco Gazzetti
Capannelle
eventi culturali

Commenti