TuscolanoToday

Anagnina: carabinieri liberano 2 uomini rapiti, 4 arresti

Arrestate quattro persone dopo un'irruzione in un'abitazione in zona Anagnina, dove quattro persone tenevano segregati due uomini per costringere i loro parenti a pagare un riscatto

Due uomini di 50 e 32 anni erano sequestrati e tenuti in un'abitazione in zona Anagnina. Sono stati liberati grazie a un blitz dei carabinieri che hanno arrestato quattro persone. I quattro sono stati arrestati in flagranza di reato di sequestro di persona a scopo di estorsione, lesioni personali e detenzione di arma da fuoco clandestina.
Da alcune indagini i carabinieri hanno scoperto che un gruppo di noti pregiudicati romani aveva sequestrato due uomini, un colombiano di 32 anni e un romano di 50 anni, per obbligarli, con violenza e minacce, a restituire 150 mila euro. Quindi, i parenti dei due sequestrati erano stati contattati e minacciati affinché provvedessero a pagare una prima tranche di 30 mila euro in contanti per ottenere la liberazione dei due.

I militari però sono riusciti a scoprire dove i sequestratori tenevano nascosti i due uomini e hanno cominciato a sorvegliare l'appartamento in via Maso Fininguerra, in zona Anagnina, fino al blitz con cui sono stati liberati gli ostaggi. Nel corso dell’intervento non sono mancati momenti di notevole tensione: i carabinieri hanno dovuto fronteggiare i malviventi che sono stati prontamente immobilizzati e messi nella condizione di non nuocere; uno era armato di una pistola semiautomatica cal. 7,65. La pistola sequestrata è risultata clandestina ed era dotata di cinque colpi inseriti nel caricatore e altri 10 rinvenuti nelle tasche dei pantaloni dell’uomo che la deteneva.

I due sequestrati si trovavano all’interno di una stanza appositamente allestita per la loro custodia e presentavano vistose ecchimosi al volto e su tutto il corpo causate dalle percosse subite nel corso del sequestro. Fortemente impauriti per il trattamento subito dai 4 carcerieri, i due uomini sono stati soccorsi e trasportati in ospedale per le cure del caso. Uno dei due è stato ricoverato a seguito delle gravi lesioni agli occhi e al naso.
I quattro arrestati, G.C. 32enne, R.D.S. 42enne, A.D.S. 49enne e S.F. 34enne, tutti romani con numerosi precedenti di Polizia sono stati condotti presso il carcere di Regina Coeli. Gli arresti sono stati convalidati dal GIP presso il Tribunale di Roma, su richiesta della Procura della Repubblica di Roma – Direzione Distrettuale Antimafia. Sono incorso approfondimenti finalizzati a delineare la reale natura del sequestro che potrebbe essere maturato a seguito di debiti connessi con la gestione di attività illegali.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento