TuscolanoToday

Trasporti pubblici, i cittadini bocciano la riorganizzazione delle linee in partenza da Tor Vergata

L'incontro che il Municipio VII ha tenuto con i Comitati di Quartiere non ha dissipato i dubbi sulla riorganizzazione delle linee. Battisti (Comunità territoriale): "Apprezzabile il tentativo di coinvolgimento. La sensazione però è di non riuscire ad incidere"

La bocciatura era nell’aria. La riorganizzazione delle linee di trasporto pubblico nel quadrante servito dal deposito di Tor Vergata, non aveva suscitato molte empatie. Le perplessità che aveva espresso il referente locale di “Parte Civile” sono state sposate anche dall’opposizione ed in particolare dal PD.

IL TAGLIO - All’interno del Circolo democratico di Capannelle, a fine aprile si è tenuto un incontro. In quell'occasione si è discusso del futuro di molte linee di trasporto pubblico.  “Il documento dell'Agenzia per la Mobilità sulla ‘Razionalizzazione della rete del trasporto pubblico di superficie’ non risponde alle esigenze di servizio di trasporto per il quadrante Statuario, Capannelle, Villaggio Appio ed in parte anche per Quarto Miglio – si legge nel resoconto stilato in assemblea – Sotto le mentite spoglie di un progetto di rimodulazione delle linee nel territorio del Municipio VII, di fatto si attua un vero e proprio taglio del servizio di trasporto pubblico su gomma”.

L' OTTIMIZZAZIONE  - “Anche la cosiddetta 'ottimizzazione0 del numero di uscite giornaliere delle vetture si riduce ad un mero gioco di parole: sulle linee 663, 664, 654 e 662 che interessano il nostro territorio non solo vengono allungati i percorsi e soppressa una linea, ma si lascia inalterato il numero di corse con l'inevitabile destino di allungare i tempi di attesa e incoraggiare l’uso del mezzo privato” si legge nel documento scritto dopo l’incontro nella sezione Democratica di Capannelle. 

UNA PARTECIPAZIONE LIMITATA - Prima di rilasciare il proprio parere il Municipio VII, secondo i Dem in possesso del documento sulla razionalizzazione dal luglio del 2016, ha convocato i comitati e le realtà civiche del territorio. L'incontro si è svoltoil 27 aprile. “Quando un’istituzione sollecita la partecipazione civica è sempre positivo – osserva Maurizio Battisti, coordinatore della Comunità Territoriale del VII – Quindi è apprezzabile il tentativo del Municipio  di coinvolgere i cittadini, nelle decisioni da prendere sulla riorganizzazione del trasporto pubblico. Tuttavia – valuta il coordinatore della Comunità Territoriale - la sensazione che si ha, è sempre quella di non riuscire ad incidere. Di essere chiamati quasi a ratificare delle decisioni che sono già state prese. Come nel caso di questa razionalizzazione. Una scelta che, di fatto, penalizza il nostro territorio”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

  • Distributori di Benzina "No Logo": dove il pieno costa meno

  • 7 laghi meravigliosi da visitare nei dintorni di Roma

I più letti della settimana

  • Sciopero: domani a Roma metro e bus a rischio. Gli orari e tutte le informazioni

  • Terremoto Roma: scossa avvertita in diverse zone della città. Epicentro a Colonna

  • Sciopero a Roma, martedì 25 giugno metro e bus a rischio: tutte le informazioni

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Uccide la moglie e poi si spara: i due coniugi non riuscivano a pagare l’affitto

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

Torna su
RomaToday è in caricamento