menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnysuncloudwhitecloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfograinlightblackcloudsleetsnowcelsius

Tuscolano Today

Via Anagnina, preso trafficante di droga latitante da un anno

Un giovane di 25 anni residente in provincia di Chieti sfuggiva da circa un anno alla cattura. I carabinieri lo hanno arrestato mentre si nascondeva in un casolare sulla via Anagnina

Non è bastato nascondersi tra l’Albania e l’Italia, coperto dagli amici e sotto l’anonimato di un passaporto contraffatto. Alla fine H. B., 25 pregiudicato albanese residente a Altino in provincia di Chieti, è stato arrestato dai carabinieri che sono riusciti ad individuare il suo nascondiglio in un casolare in via Agnanina. Responsabile di traffico di stupefacenti, da circa un anno Hakani sfuggiva alla cattura ma alla fine i militari della compagnia di Lanciano lo hanno arrestato all’alba.

All’interno del casolare, utilizzato come rimessa per attrezzi da una società edile, il giovane è stato aiutato ancora una volta da un gruppo di suoi connazionali, che hanno cercato di nasconderlo. Dopo aver accertato la vera identità di Hakani, che utilizzava un falso passaporto bulgaro, i carabinieri hanno arrestato anche i due coniugi che lo ospitavano per favoreggiamento personale. Ora il giovane si trova a Rebibbia, dove dovrà scontare due anni e sei mesi di reclusione mentre i due sono in attesa di essere giudicati con rito direttissimo.

Potrebbe interessarti


    Commenti

      Più letti della settimana

      Torna su